NOTIZIE

16 Luglio 2022

Alunni ucraini nelle scuole europee: Italia, con il 71%, fra i Paesi con il maggior numero di iscritti. Due rapporti sull’integrazione

Alunni ucraini nelle scuole europee: Italia, con il 71%, fra i Paesi con il maggior numero di iscritti. Due rapporti sull’integrazione

16 July 2022

L’Italia è fra i Paesi europei con il maggior numero di alunni ucraini, profughi di guerra, iscritti a scuola. I dati arrivano da due rapporti sull’integrazione degli studenti ucraini rifugiati nei Paesi ospitanti, rielaborati dalla rete Eurydice, “Supporting refugee learners from Ukraine in schools in Europe” e “Supporting refugee learners from Ukraine in higher education in Europe“

Dai due rapporti presi in esame e che fanno riferimento al 2021/22, emerge che il numero di bambini e ragazzi ucraini rifugiati varia molto fra i Paesi. In particolare a maggio:

  • il numero più alto registrato è in Polonia (528.110), poi la Germania (circa 290.000), la Cechia (70.530), Italia, Romania, Spagna e Slovacchia (fra 30.000 e 40.000).
  • in tutti i Paesi una parte di questi giovani non risultavano ancora iscritti a scuola.
  • In Italia, fra i Paesi con la percentuale più elevata, gli iscritti erano il 71%, come si può osservare nell’immagine sotto.

Alunni ucraini nelle scuole europee: Italia, con il 71%, fra i Paesi con il maggior numero di iscritti. Due rapporti sull’integrazione

16 July 2022

Fra le strategie messe in campo per l’istruzione destinata agli studenti ucraini vi è l’apprendimento a distanza secondo il curriculum ucraino. In Italia e in Germania viene offerto anche supporto per l’apprendimento a distanza sincrono in videoconferenza così da consentire agli studenti ucraini di partecipare alle lezioni e agli esami finali.

Si sono inoltre approvate leggi speciali per reclutare e collaborare con gli insegnanti ucraini. In Italia si è diffusa la figura del mediatore linguistico-culturale.

I Paesi europei hanno già compiuto passi importanti per integrare i rifugiati ucraini nei sistemi educativi e la Commissione europea sta mobilitando una serie di programmi e di strumenti politici per sostenerli – ha dichiarato Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e la gioventù -. Stiamo fornendo sostegno finanziario alle scuole, all’istruzione e alla formazione professionale, nonché all’educazione e cura della prima infanzia attraverso i Fondi di coesione dell’UE, Erasmus+ e il Corpo europeo di solidarietà. Abbiamo istituito un Gruppo di solidarietà dell’UE in materia di istruzione per l’Ucraina per individuare le esigenze dei bambini ucraini e per sostenere gli Stati membri che li ospitano“.

I due rapporti: Supporting refugee learners from Ukraine in schools in Europe e Supporting refugee learners from Ukraine in higher education in Europe

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Sono state pubblicate le graduatorie delle 3.571 scuole dell’infanzia statali beneficiarie dei 267,8 mln di fondi stanziati dall’Avviso pubblico “Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia”.… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola I compiti per le vacanze che tuo figlio deve svolgere lungo tutta la durata del periodo estivo sono tornati. Non senza una certa dose di stress sua… [...]

Pubblicato da Simone Consegnati La scuola dell’infanzia, che molti di noi chiamano ancora ostinatamente “materna” o, peggio, “asilo”, può essere gestita da tre tipi di enti: lo Stato, i comuni,… [...]

Pubblicato da Marco Braghero Viaggio nella scuola finlandese. Ci chiediamo spesso”Cambiare la scuola italiana: è davvero necessario?” La crisi profonda del nostro sistema educativo lo imporrebbe, ma il cambiamento dovrebbe… [...]

Pubblicato da Nicoletta Appignani Quanto è importante oggi nella formazione, nell’apprendimento, in definitiva nel percorso scolastico di uno studente la possibilità di conoscere nuove realtà, di misurarsi con esperienze di… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola dell’infanzia, pubblicate le graduatorie: 267,8 mln per ambienti didattici innovativi

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola dell’infanzia, pubblicate le graduatorie: 267,8 mln per ambienti didattici innovativi 12 August 2022 Sono state pubblicate le graduatorie delle 3.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola dell’Infanzia: tutto quello che non sai (e che invece tuo figlio vorrebbe che conoscessi)

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola dell’Infanzia: tutto quello che non sai (e che invece tuo figlio vorrebbe che conoscessi) 12 August 2022 La scuola dell’infanzia, che molti di noi chiamano ancora ostinatamente “materna” o, peggio, “asilo”, può essere gestita da tre tipi di enti: lo Stato, i comuni, e i privati, che spesso sono congregazione religiose.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola, cosa imparare dal modello finlandese: non copiare, ma innovare

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola, cosa imparare dal modello finlandese: non copiare, ma innovare 12 August 2022 Viaggio nella scuola finlandese.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Come scegliere e organizzare una gita scolastica

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Come scegliere e organizzare una gita scolastica 12 August 2022 Quanto è importante oggi nella formazione, nell’apprendimento, in definitiva nel percorso scolastico di uno studente la possibilità di conoscere nuove realtà, di misurarsi con esperienze di vita differenti, di visitare musei, città lontane, addirittura paesi stranieri? Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone, scriveva Steinbeck.

torna all'inizio del contenuto