Notizie e comunicati

5 Dicembre 2018

Bussetti apre un nuovo cantiere

Logo Italia oggi

9 January 2019

Pronto il decreto che istituisce 11 tavoli di lavoro di supporto all’attività legislativa. Test Invalsi ma anche licei brevi, con verifiche sui risultati

di Alessandra Ricciardi

Le priorità per il 2019 sono scritte. Sono 11 i gruppi di lavoro per 11 temi, su cui il ministro dell’istruzione, Marco Bussetti, conta di intervenire. Si tratta di rimettere mano a settori chiave, dalla valutazione ai test Invalsi, dai licei brevi alla lotta al bullismo. E poi: percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento; inclusione scolastica; attività sportive scolastiche; primo ciclo e zero/sei; cultura umanistica; istituti tecnici e professionali; soft skills ed educazione civica; équipe territoriali; bullismo e prevenzione. Ieri l’investitura dei coordinatori, il decreto di nomina dei componenti è alle limature finali.

I gruppi dovranno fare proposte all’ufficio di gabinetto, lavorando in stretto raccordo con l’Ufficio legislativo del Miur. «Saranno gruppi operativi, composti da professionisti con competenze molto specifiche», spiega Bussetti, «che svolgeranno la propria attività a titolo gratuito e agiranno, rispetto ai temi assegnati, con un approccio pragmatico». Dopo una fase di analisi e approfondimento, presenteranno proposte di carattere amministrativo o normativo «che intendiamo prendere in considerazione per migliorare il nostro sistema di istruzione, innalzare la qualità dell’offerta per gli studenti, introdurre nuove metodologie e innovazioni didattiche». Seguedo un’impostazione che ha connotato l’azione al Miur sin dalla sua investitura, Bussetti non vuole macro misure, riforme ad ampio raggio, ma interventi mirati su singoli punti ritenuti non funzionali.

È il caso dei licei quadriennali, la sperimentazione ampliata fino a 100 istituti dalla ministra del pd Valeria Fedeli. Bussetti vuole vederci chiaro per verificarne effettivamente i risultati. Stop a sperimentazioni al buio, è stato il messaggio. Ad occuparsi di licei brevi e in generale di innovazioni didattiche sarà il gruppo di lavoro coordinato da Mario Giacomo Dutto, ex direttore scolastico degli ordinamenti al Miur e direttore scolastico della Lombardia. Luca Bernardo, medico, Direttore del Dipartimento Materno-Infantile all’Ospedale Fatebenefratelli di Milano, è lo specialista a cui Bussetti ha chiesto di coordinare il gruppo sul bullismo. E di inclusione scolastica si occuperà il tavolo di Luigi D’Alonzo, dell’Università cattolica del Sacro cuore.

«Partiamo subito per avere già i primi risultati entro aprile 2019. Vogliamo tempi snelli per introdurre i primi cambiamenti necessari già da questo anno scolastico. La scuola ha bisogno di azioni ragionate e strategiche, definite da persone qualificate, e di concretezza. È così che si governa», ragiona Bussetti, «guardando alle reali priorità e lavorando da subito per dare risposte. Non vogliamo stravolgere ciò che esiste, ma agire con interventi precisi. Vogliamo essere pratici e lavorare con un metodo agile. Stiamo agendo, passando dalle parole ai fatti, con i tempi giusti, cioè con azioni che consentono il giusto tempo di analisi».

Ogni gruppo dovrà relazionare almeno semestralmente all’ufficio legislativo, potrà comunque essere invitato a fare proposte o potrà farle di sua sponte anche prima in base alle attività parlamentari e alle decisioni amministrative che si terranno nei prossimi mesi.

Di carne al fuoco potenzialmente Bussetti ne ha tanta. Ma la partita è fortemente condizionata dai risultati delle Europee di maggio 2019, anche per i rapporti con l’alleato di governo M5s (il sottosegretario pentastellato Salvatore Giuliano ieri ha presenziato con Bussetti al primo incontro con i coordinatori dei tavoli). Superato il giro di boa della manovra, è il vero punto di svolta per l’attività del governo giallo-verde.

Fonte dell’articolo: Italia Oggi



Bussetti apre un nuovo cantiere

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Nell’ultimo decennio meno scuole ma sempre più grandi: in media ogni istituzione scolastica ha più alunni (+6%), più classi (+13%), più docenti (+39%), più plessi (da… [...]

Pubblicato da Anna Maria De Luca* Una “chiamata alle armi” per tutti coloro che lavorano, a qualsiasi titolo, nel mondo della scuola. È questo il senso delle poche righe che… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Dal 13 al 22 aprile e dal 15 al 25 luglio del 2023. Sono le due sessioni in cui potranno essere effettuate le prove per il TOLC (acronimo… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Sei un docente o un collaboratore scolastico? Sai che potresti avere una spada di Damocle sopra la testa?  Scopri perché, guarda il video La normativa vigente… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Sul tema del dimensionamento scolastico vorrei precisare che le scelte del dicastero vanno nella doppia direzione di mitigare gli effetti delle normative precedenti e di osservare… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Diventare docenti 2 Dicembre 2022

Supplenze docenti, a dicembre ancora nomine da GPS 2022 con algoritmo

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze anno scolastico 2022/23: la pubblicazione dei bollettini con i docenti nominati in base alle preferenze espresse nella domanda presentata su Istanze online entro il 16 agosto ore 14.

Guide e Vademecum 2 Dicembre 2022

La gestione amministrativa e contabile con riflessioni sull’attività negoziale per i PON

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Argomenti La Dirigenza scolastica This category can only be viewed by members.

Guide e Vademecum 2 Dicembre 2022

L’ossiuriasi, cos’è: un esempio di circolare con protocollo di intervento

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 2 Dic 2022 – 06:21 Di Antonio Fundarò L’ossiuriasi, cos’è: un esempio di circolare con protocollo di intervento 2 December 2022 L’ossiuriasi è un’infezione abbastanza frequente e diffusa tra i bambini.

Guide e Vademecum 2 Dicembre 2022

Iscrizioni 2023/24 dal 9 al 30 gennaio: gli adempimenti delle scuole

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Argomenti Scadenze This category can only be viewed by members.

torna all'inizio del contenuto