NOTIZIE

15 Settembre 2022

Cellulari in classe, è polemica: vietarli (anche ai docenti) oppure no? Per Crepet sono come una “droga”. Per Fedeli sì, ma solo per scopi didattici

Cellulari in classe, è polemica: vietarli (anche ai docenti) oppure no? Per Crepet sono come una “droga”. Per Fedeli sì, ma solo per scopi didattici

15 September 2022

Cellulari sì o cellulari no in classe? Dipende. Scoppia la polemica oggi sull’argomento, alla vigilia dell’apertura delle scuole che dovranno regolamentare l’ingresso e l’utilizzo dei device che dividono l’opinione pubblica.

Valeria Fedeli, interrogata dall’AdnKronos non ha dubbi: “Se per l’esperienza didattica o per l’insegnamento agli studenti tali dispositivi non servono, allora perché farli portare in classe?”.

“Quando io a suo tempo avevo affrontato il tema avevo specificato che si potevano utilizzare dei dispositivi, dei device, computer o altro, solo se venivano utilizzati esclusivamente per l’apprendimento. I cellulari personali è giusto che non vengano utilizzati in classe, – ribadisce Fedeli – E mi sembra anche molto corretto che anche ai docenti non venga permesso di portare in classe i cellulari personali, ritengo che il contrario sarebbe improprio“.

Anche Mario Rusconi (Anp Lazio) ricorda che spetterà alle scuole decidere, e soprattutto redigere un regolamento. “Ogni istituto redige ed attua un regolamento interno condiviso tra il preside, i docenti, le famiglie e gli alunni, che prevede una serie di norme comportamentali da parte degli alunni e dei docenti. Tra le altre cose viene pure regolamentato l’utilizzo o meno dei device (smartphone e tablet) dentro l’edificio scolastico e per l’intera durata della permanenza in esso sia da parte degli studenti, sia da parte di insegnanti”

Molto più lapidario lo psichiatra Paolo Crepet, riferendosi all’iniziativa del liceo Malpighi di Bologna di vietare i cellulari in classe agli studenti e anche agli insegnanti. Una iniziativa che punta a migliorare la socializzazione, innanzitutto.

“È giusto arrivare ad una soluzione un po’ più drastica. – ha detto – Lo scorso anno ci sono state sperimentazioni simili in altri istituti in Italia e la cosa più interessante è stata la reazione dei ragazzi. Vietare i telefonini comporta un netto calo dell’aggressività, un aumento netto di capacità cognitive, memoria e attenzione e, soprattutto, un aumento netto delle relazioni sociali ed emotive”.

Secondo l’esperto “i telefonini sono utilizzati anche in classe e durante le lezioni anche perché sono una droga. Se si riesce ad interrompere questa dipendenza si fa del bene ai giovani e allo studio”.

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Favorire lo sviluppo di un ecosistema nazionale per la formazione delle nuove competenze digitali, supportare la valorizzazione delle migliori esperienze, anche in ambito Cloud Computing e… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Da cardine del sistema educativo a categoria sottovalutata e costantemente sotto esame. Nel giro di qualche decennio lo status dei docenti italiani, specie di quelli della… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Scuola e PNRR. Il ministro dell’Istruzione uscente, Patrizio Bianchi, ha iniziato l’opera, ma sarà il prossimo inquilino di Viale Trastevere a doverla completare. Il PNRR destina… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola L’inglese è la lingua internazionale più diffusa al mondo, quella del web, dei social media (circa l’80% dei siti d’informazione online, magazine e personaggi online la utilizza)… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola E‘ “Energia e Clima” il tema del premio Celommi 2022 – 2023 aperto a tutte le scuole d’Italia che vorranno cimentarsi in molteplici linguaggi espressivi. Lanciato dall’IC Rita… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 6 Ottobre 2022

PNRR e scuola: i nodi che passeranno in eredità al nuovo Ministro

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola e PNRR.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Sport alla primaria con Scuola Attiva Kids, le domande dei tutor entro l’11 ottobre. I requisiti

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Entro le ore 16 del’11 ottobre è possibile presentare domanda per partecipare alla procedura di selezione per Scuola Attiva Kids, il progetto rivolto a tutte le classi di scuola primaria delle istituzioni scolastiche statali e paritari.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Il debito del 730 non va obbligatoriamente sottratto dalla busta paga

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il debito derivante dal modello 730 può anche non essere saldato con la busta paga ma pagando con modello F24.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti. Risposte dal Ministero nelle prossime settimane

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti.

torna all'inizio del contenuto