da-ilsole24ore.com:-a-udine-false-attestazioni-per-vere-assunzioni-nella-scuola:-39-indagati-di-redazione-scuola

Da Ilsole24ore.com: A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati di Redazione Scuola

La truffa

A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati

Secondo le accuse, le persone sotto inchiesta presentavano falsi diplomi e qualifiche professionali per scalare le graduatorie Ata. In molti sono già stati licenziati

di Redazione Scuola

(IMAGOECONOMICA)

2′ di lettura

Trentanove persone sono state segnalate dalla Guardia di Finanza alla Procura della Repubblica di Udine, con l’accusa di aver attestato falsi titoli scolastici, professionali o di servizio per essere assunti con contratti a tempo determinato presso diverse scuole della provincia, con la qualifica di addetti amministrativi, tecnici ed ausiliari (i cosiddetti Ata). Assunzioni su basi fasulle che hanno provocato un danno erariale che le Fiamme Gialle quantificano in due milioni di euro.

Le accuse

Le persone indagate sono accusate di aver conquistato le posizioni in graduatoria che hanno garantito loro l’assunzione presentando diplomi di qualificaprofessionale con votazione di 100 centesimi, oltre al possesso di esperienze lavorative. Per alcuni di questi, è emerso che il diploma era stato conseguito presso istituti scolastici fuori regione con il massimo dei voti, mentre i titoli di servizio erano stati maturati lavorando in improbabili scuole paritarie. La presenza di queste anomalie ha indotto i finanzieri della Compagnia di Cividale del Friuli a svolgere, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale e provinciale, approfondimenti sulla “carriera” scolastica di diversi lavoratori, accertando gravi irregolarità.

Diplomifici

Per 15 delle persone assunte, i diplomi falsi risultavano essere riconducibili a quattro istituti scolastici campani, che rilasciavano all’occorrenza e a richiesta pergamene o certificati di diplomi illegittimi o mai realmente conseguiti. E ancora, il numero progressivo identificativo di 3 diplomi rilasciati da un istituto paritario della provincia di Salerno è risultato essere fittizio perché già associato ai diplomi di altrettanti diversi studenti. In più, una persona è stata assunta a tempo determinato sulla base di un diploma di licenza media mai conseguito.

False attestazioni

Sono 30 i dipendenti Ata che hanno dichiarato il possesso di titoli di servizio falsi, attestando di aver lavorato presso alcuni istituti scolastici paritari. Le indagini hanno dimostrato l’inesistenza di tali esperienze professionali, per le quali non era stato corrisposto alcun stipendio, né versato alcun contributo.In alcuni casi, gli istituti scolastici paritari avevano comunicato l’avvio del rapporto di lavoro ex post, a ridosso del termine per presentare la domanda di inserimento nelle graduatorie.

Punteggi contraffatti e licenziamenti

Senza i punteggi legati ai falsi diplomi e ai titoli di servizio fittizi, la quasi totalità dei candidati oggetto di indagine non avrebbe mai ottenuto i contratti di lavoro assegnati.Il reato ipotizzato è quello di falso ideologica commessa dal pubblico ufficiale e dal privato in atto pubblico; un reato che prevede la reclusione fino a 6 anni. Inoltre, sono state inviate segnalazioni alla Corte dei Conti di Trieste per un danno erariale di circa 2 milioni di euro. In molti casi, i dirigenti scolastici hanno già disposto, nei confronti dei loro dipendenti privi di titoli, la risoluzione del rapporto di lavoro.

Fonte originale dell’articolo:
Leggi l’originale qui:
A Udine false attestazioni per vere assunzioni nella scuola: 39 indagati
La pagina Feed Rss che ha generato l’articolo:
https://www.ilsole24ore.com/rss/scuola–scuola.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *