Notizie e comunicati

29 Ottobre 2018

Docenti regionali: opposizione convergente del Movimento 5 Stelle e dei tre sindacati confederali

Logo-tuttoscuola111

29 December 2019

Per il ministro Bussetti “sarà un cammino sicuramente lungo, ma potrebbe essere un’opportunità”

Posizione di netta contrarietà  da parte dei  sindacati Flc CGIL, CISL Fsur e Federazione UIL scuola Rua che con un comunicato unitario a firma dei rispettivi segretari “si oppongono a ogni ipotesi di maggiori funzioni e poteri alle Regioni nelle materie che sono oggi regolate dal Contratto Collettivo Nazionale dell’Istruzione e Ricerca (mobilità, salario, organizzazione del lavoro) in contrasto col carattere unitario e nazionale del sistema di istruzione e del lavoro che vi si svolge, in quanto direttamente e strettamente funzionali all’esercizio generalizzato e diffuso del diritto all’istruzione in ogni ambito territoriale”.

Non è con l’attribuzione di maggiori poteri e funzioni alle Autonomie regionali che si possono colmare gli squilibri esistenti, scrivono i sindacati, riprendendo quasi alla lettera l’opinione di Luigi Gallo ma, al contrario, “assicurando l’intervento dello Stato attraverso la destinazione di risorse aggiuntive e misure speciali eventualmente necessarie”.

L’opposizione convergente del Movimento 5 Stelle e dei tre sindacati confederali (ma anche dell’autonomo Anief) alla ipotesi di regionalizzazione della gestione della scuola sembra renderla impercorribile nell’attuale quadro politico, ma in caso di rottura del ‘contratto’ e di elezioni anticipate la regionalizzazione, fortemente voluta dalla Lega, potrebbe costituire, insieme al finanziamento delle scuole paritarie tramite il ‘costo standard’, l’asse portante del programma di politica scolastica del centro-destra, mentre il rilancio della funzione strategica della scuola statale, e della sua inclusività, sarebbe il naturale punto di aggregazione di uno schieramento di centro-sinistra, aperto a un M5S post contrattuale (e forse post Di Maio), nel quale prevalessero, per esempio, posizioni come quella di Luigi Gallo e del presidente della Camera, Roberto Fico.

In questa aggregazione, in caso di scontro destra-sinistra, potrebbe giocare un ruolo importante il PD, che attraverso un articolo firmato da Mila Spicola, attuale referente education della Segreteria nazionale del partito, intervenuta nel dibattito seguito all’intervista di Bussetti, ha sostenuto che “La Scuola pubblica italiana secondo la Costituzione è nazionale e non può essere regionalizzata”.

Personale statale o regionale? Sono possibili anche soluzioni intermedie come quella di una dipendenza organica dallo Stato del personale dirigente, docente e A.T.A. della scuola, con stato giuridico e trattamento economico fissato dalla contrattazione nazionale di comparto e – sulla base di questa – dalla contrattazione integrativa. Ma al contempo Stato e Regioni potrebbero  concordare,  nel rispetto della rilevanza costituzionale dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, della specifica disciplina circa l’imputazione della spesa di personale, e sempre nel rispetto della contrattazione collettiva nazionale di comparto, che il personale passi alla dipendenza funzionale delle regioni. Queste ultime, nell’ambito delle dotazioni organiche assegnate, provvederebbero anche alla programmazione e alla distribuzione territoriale, in piena collaborazione con gli Enti locali nelle forme determinate dalle leggi regionali.

Fonte dell’articolo: Tuttoscuola.com



Docenti regionali: opposizione convergente del Movimento 5 Stelle e dei tre sindacati confederali

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Ho in mente una grande alleanza per la scuola. Ci sono tre sostantivi che ritengo importanti, tre valori: sicurezza, dignità, serenità. Oggi lanciamo una autentica rivoluzione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Calendario scolastico 2023: manca sempre meno alla prossima pausa dalla didattica. A parte le festività nazionali, uguali per tutti, infatti, le Regioni con proprie delibere decidono… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Una delle ragioni dell’insabbiamento del disegno di legge Zan, nella scorsa legislatura, fu la controversa questione dell’identità di genere, definita nell’art. 1 come “l’i­dentificazione percepita… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 6 Dicembre 2022

Tagli al fondo per la valorizzazione e il miglioramento dell’istruzione per aumentare lo staff di Valditara, il Pd: “Reintegrare subito il fondo. Si parta dai fatti e non dalle parole”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email “Chiediamo al governo di reintegrare il fondo per la valorizzazione e il miglioramento dell’istruzione scolastica da cui la maggioranza ha attinto per aumentare gli staff di diretta collaborazione del Ministro Valditara”.

Tutto scuola 6 Dicembre 2022

Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Fondo per il sistema 0-6 anni: un emendamento alla Camera ferma il taglio 6 December 2022 La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata criticamente da Tuttoscuola, è stata oggetto di emendamento sostitutivo presentato dalle deputate Elena Boschi e Valentina Grippo in Commissione Cultura della Camera.

Tutto scuola 6 Dicembre 2022

Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran. In arrivo aumenti e arretrati

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Contratto scuola sottoscritto da sindacati e Aran.

Tutto scuola 6 Dicembre 2022

Edilizia Scolastica, presentato il Piano. Valditara: ‘Scuola non può diventare luogo di tragedie. Oltre 2 miliardi di euro per la messa in sicurezza’

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Edilizia Scolastica, presentato il Piano.

torna all'inizio del contenuto