Notizie e comunicati

6 Marzo 2018

Dopo elezioni: Democrazia diretta o rappresentativa?

Logo-tuttoscuola111

29 December 2019

Cinque Stelle: teorizzato, a suo tempo, il modello della democrazia diretta come alternativa a quella rappresentativa

Fu lo stesso Gianroberto Casaleggio, ispiratore e creatore, insieme a Beppe Grillo, del Movimento 5 Stelle, a teorizzare il modello della democrazia diretta come alternativa a quella rappresentativa. Si noti: democrazia diretta, non partecipativa o deliberativa, del tutto priva cioè dell’intermediazione di partiti o politici di professione, come Casaleggio senior specificò in numerose occasioni prima di morire nell’aprile 2016.
Ora il figlio Davide sembra intenzionato a sviluppare e rendere operativo quel modello, e l’opportunità gli è fornita dalle elezioni del 4 marzo, alle quali il M5S arriva sull’onda di un’abile campagna di marketing, culminata nella presentazione di una squadra di governo formata esclusivamente da tecnici e guidata da un unico capo politico, Luigi Di Maio, garante e interprete della ‘volontà generale’: un concetto presente nel pensiero di Jean Jacques Rousseau, al cui nome non a caso è intitolata la piattaforma informatica gestita dalla Casaleggio Associati.
Va ricordato peraltro che la Costituzione italiana, in nome della quale l’alta Corte ha dichiarato incostituzionali le leggi elettorati troppo spinte in senso maggioritario, non contempla alcuna forma di democrazia diretta, tranne che nel caso del referendum abrogativo (con alcune eccezioni), ed esclude il mandato imperativo, che invece il M5S vorrebbe introdurre in coerenza con una concezione monocratica e top down del potere politico. Un modello sconosciuto nei Paesi retti da ordinamenti liberal-democratici, fondati sulla dialettica tra una pluralità di soggetti politici e sociali e sul bilanciamento dei poteri.

Fonte dell’articolo: Tuttoscuola.com

Dopo elezioni: Democrazia diretta o rappresentativa?

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola La riduzione del Fondo per il sistema integrato 0-6 anni (oltre 20 milioni nel 2025), prevista dalla proposta della Legge di bilancio per l’esercizio 2023, commentata… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Nel pomeriggio di oggi, 6 dicembre, terminate le procedure di controllo, le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno sottoscritto in via definitiva il testo del Ccnl del… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Ho in mente una grande alleanza per la scuola. Ci sono tre sostantivi che ritengo importanti, tre valori: sicurezza, dignità, serenità. Oggi lanciamo una autentica rivoluzione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Calendario scolastico 2023: manca sempre meno alla prossima pausa dalla didattica. A parte le festività nazionali, uguali per tutti, infatti, le Regioni con proprie delibere decidono… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Una delle ragioni dell’insabbiamento del disegno di legge Zan, nella scorsa legislatura, fu la controversa questione dell’identità di genere, definita nell’art. 1 come “l’i­dentificazione percepita… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 6 Dicembre 2022

Valditara: “Accorperemo 500 scuole, docenti non perderanno lavoro. Rimangono 40mila plessi scolastici”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Valditara: “Accorperemo 500 scuole, docenti non perderanno lavoro.

NOTIZIE 6 Dicembre 2022

Valditara: “Borse di studio per gli studenti, presto lancerò proposta. Il merito è la valorizzazione dei talenti”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Valditara: “Borse di studio per gli studenti, presto lancerò proposta.

NOTIZIE 6 Dicembre 2022

Educazione alimentare e al vino nelle scuole, il Governo studia un piano

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Educazione alimentare e al vino nelle scuole, il Governo studia un piano 6 December 2022 A quanto pare il Governo sembra intenzionato a puntare sull’educazione alimentare e dei prodotti come il vino a scuola.

NOTIZIE 6 Dicembre 2022

Cellulari in classe, Valditara: “A scuola si va per studiare, in arrivo una circolare”. Poi ripropone lavori socialmente utili per i bulli

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Cellulari in classe, Valditara: “A scuola si va per studiare, in arrivo una circolare”.

torna all'inizio del contenuto