NOTIZIE

24 Agosto 2022

Elezioni 2022, il Partito democratico: “Fondamentale investire nella scuola, a partire dall’infanzia”

Elezioni 2022, il Partito democratico: “Fondamentale investire nella scuola, a partire dall’infanzia”

24 August 2022

“Investire nella scuola, nell’educazione, nell’istruzione, iniziando proprio dai servizi per l’infanzia, dedicando risorse ingenti anche grazie alla straordinaria opportunità del Pnrr. Davvero la ministra Carfagna non è d’accordo? Sono sinceramente stupita”.

Lo dichiara Beatrice Lorenzin, deputata e candidata Pd alle prossime elezioni.  “Noi vogliamo fare un grande investimento sulla scuola, proponiamo nidi gratuiti per nuclei familiari a basso Isee, il potenziamento e la gratuità della scuola dell’infanzia nel sistema integrato, affinché tutte le bambine e i bambini abbiano pari opportunità, senza distinzioni territoriali. Per noi – prosegue l’esponente dem – è fondamentale l’investimento sulla persona. Solo investendo sul capitale umano garantiremo prosperità, democrazia e sviluppo. Per colmare le diseguaglianze tra nord e sud, tra centro e periferie. Investire sull’educazione dei bambini fa la differenza per il loro futuro e quello dell’Italia. E per fare tutto questo, per farlo concretamente, sono indispensabili le risorse del Pnrr. Risorse che abbiamo ottenuto rispettando i patti e avviando le riforme.

Come può la destra – conclude Lorenzin – pensare di rivedere il Piano, rischiando di far perdere ai cittadini italiani, a tutti noi, i fondi per proteggere e rilanciare il nostro Paese?”.

“Bisogna conoscere ciò su cui si intende polemizzare, specialmente quando si tratta dei diritti dei bambini e delle famiglie che oggi pagano il prezzo di odiose diseguaglianze che noi vogliamo rimuovere per dare finalmente a tutti pari opportunità, sin dai primi anni di vita”, dice Anna Ascani, ex viceministro all’Istruzione e vicepresidente del Partito Democratico, punta Carlo Calenda sul tema della scuola.

Spiace dover constatare – esordisce la dem – che Calenda parla di cose che non conosce. La proposta del Partito Democratico per i bambini da 0 a 6 anni è molto precisa: vogliamo incrementare l’offerta di asili nido, con particolare attenzione al Sud del Paese, e rendere l’accesso progressivamente gratuito. Il Pnrr che abbiamo contribuito a scrivere fa importanti passi in avanti dal punto di vista delle strutture ma c’è molto da fare sul sostegno all’erogazione del servizio“.

Parallelamente vogliamo far sì che tutti i bambini e le bambine da 3 a 6 anni possano godere del diritto di accedere a quello che è a tutti gli effetti considerato il primo step del percorso educativo, ovvero la scuola dell’infanzia. Oggi oltre il 90% dei bambini frequenta queste scuole, ma laddove si tratta di scuole non statali le famiglie sono costrette a pagare rette molto alte. Noi vogliamo che l’accesso sia invece universale e gratuito e per questo obbligatorio“.

Stipendi docenti, Letta insiste: “Pagare gli insegnanti come negli altri Paesi europei. Progressioni di carriera finiscono in modo imbarazzante”

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Promuovere la cultura della prevenzione e della sicurezza, a partire dalla scuola. È questo l’obiettivo di “MI stai a cuore”, la campagna di informazione e sensibilizzazione del Ministero dell’Istruzione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Ivana Barbacci, Segretaria generale della CISL/Scuola, persona visionaria e capace di generare motivazione e senso di partecipazione, racconta a Tuttoscuola l’orizzonte degli interventi che possono contribuire… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Un gruppo di studenti del Collegium Aloisianum di Linz (Austria) farà visita nei prossimi giorni al Liceo Classico del Convitto Nazionale Paolo Diacono, i cui studenti saranno coinvolti… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola La scuola italiana sembra davvero aver voltato pagina e, dopo due anni e mezzo di piani di emergenza, nella maggior parte dei casi è praticamente tornata… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Credo che chi verrà, chiunque verrà, sulla base delle considerazioni che farà il nuovo governo, potrà ripartire non da zero ma da tre”. Da questa considerazione… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 30 Settembre 2022

Scuola evacuata a causa di una sostanza urticante diffusa all’intento dell’istituto. Indagini dei Carabinieri

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Indagini dei Carabinieri sono in corso dopo che questa mattina una sostanza urticante, presumibilmente uno spray al peperoncino, è stata spruzzata nell’androne di un istituto scolastico di Trieste e alcuni studenti hanno cominciato ad accusare malori.

Diventare docenti 30 Settembre 2022

Mancano insegnanti, le scuole li ricercano da MAD. Avvisi e scadenze per infanzia, medie e superiori

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Anno scolastico da poco iniziato, nomine da GPS e graduatorie di istituto in corso, ma già mancano insegnanti per alcune classi di concorso.

NOTIZIE 30 Settembre 2022

Concorso ordinario secondaria 2020: le graduatorie. Aggiornato con A049, molti gli idonei

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso ordinario per la scuola secondaria di cui al DD n.

Diventare docenti 30 Settembre 2022

GPS 2022/24: le graduatorie pubblicate, ripubblicate e rettifiche. AGGIORNATO

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Graduatorie GPS per gli anni scolastici 2022/23 e 2023/24: sono giorni molto importanti.

torna all'inizio del contenuto