Tutto scuola

22 Settembre 2022

Elezioni 2022: quasi 9 scuole su 10 seggi elettorali. Stop della didattica a una settimana dal rientro in classe

Elezioni 2022: quasi 9 scuole su 10 seggi elettorali. Stop della didattica a una settimana dal rientro in classe

22 September 2022

Scuola ed elezioni: attualmente, secondo una fotografia del Sole24Ore, l’88% degli oltre 61mila seggi elettorali del nostro Paese si trova all’interno delle scuole. Questo significa che, dopo appena una settimana di lezioni (in alcuni casi anche meno), molte scuole dovranno sospendere le lezioni per trasformarsi in seggio. Lo stop avverrà dal pomeriggio di venerdì 23 fino all’intera giornata di lunedì 26. Presidi sul piede di guerra.

“Da decenni – dice Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi del Lazio, a Skuola.net – facciamo presente che l’utilizzo delle scuole come seggi elettorali è un qualcosa di inadeguato e inopportuno. In particolare in situazioni come quella di quest’anno. La scuola andrebbe tutelata e lasciata il più serena possibile, soprattutto in un anno come questo, in cui lentamente si sta ritornando alla normalità. Inoltre, utilizzare oggi gli istituti per altri fini crea ulteriori disagi, significa per esempio dover poi procedere ad azioni di sanificazione”.

Lo scorso anno, quando le elezioni amministrative in alcuni territori cadevano a inizio ottobre, per non interrompere l’attività didattica in una scuola già martoriata dagli Stop & Go causati dalla pandemia, vennero stanziati 2 milioni di euro per sostenere la ricerca di sedi di seggio da parte degli enti locali. Secondo le rilevazioni del Viminale oltre 30mila studenti furono restituiti alla didattica.

Secondo i presidi, spostare i seggi elettorali in altri luoghi non sarebbe così complicato: Non è che l’alternativa non ci sia, semplicemente – sottolinea Costarelli – manca la volontà. Al momento dei tentativi non se ne sono fatti, non sono nell’aria e quindi resta lo status quo. Per quanto ne sappia, almeno nelle grandi città, non ci sono proposte. Possibili soluzioni, però, vengono facilmente alla mente: ci sono le caserme in disuso, gli edifici pubblici come le sedi dei comuni, dei municipi, delle circoscrizioni; presenti praticamente in tutte le città. Perché non utilizzare quelli senza sacrificare le scuole?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Favorire lo sviluppo di un ecosistema nazionale per la formazione delle nuove competenze digitali, supportare la valorizzazione delle migliori esperienze, anche in ambito Cloud Computing e… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Da cardine del sistema educativo a categoria sottovalutata e costantemente sotto esame. Nel giro di qualche decennio lo status dei docenti italiani, specie di quelli della… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Scuola e PNRR. Il ministro dell’Istruzione uscente, Patrizio Bianchi, ha iniziato l’opera, ma sarà il prossimo inquilino di Viale Trastevere a doverla completare. Il PNRR destina… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola L’inglese è la lingua internazionale più diffusa al mondo, quella del web, dei social media (circa l’80% dei siti d’informazione online, magazine e personaggi online la utilizza)… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola E‘ “Energia e Clima” il tema del premio Celommi 2022 – 2023 aperto a tutte le scuole d’Italia che vorranno cimentarsi in molteplici linguaggi espressivi. Lanciato dall’IC Rita… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Sport alla primaria con Scuola Attiva Kids, le domande dei tutor entro l’11 ottobre. I requisiti

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Entro le ore 16 del’11 ottobre è possibile presentare domanda per partecipare alla procedura di selezione per Scuola Attiva Kids, il progetto rivolto a tutte le classi di scuola primaria delle istituzioni scolastiche statali e paritari.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Il debito del 730 non va obbligatoriamente sottratto dalla busta paga

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il debito derivante dal modello 730 può anche non essere saldato con la busta paga ma pagando con modello F24.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti. Risposte dal Ministero nelle prossime settimane

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

LIM sì o LIM no? Qual è il vero contributo formativo delle tecnologie a scuola? Lettera

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email LIM sì o LIM no? Qual è il vero contributo formativo delle tecnologie a scuola? Lettera 6 October 2022 Inviata da Giuseppe D’Angelo – Il lungo periodo di lockdown che ha impedito la didattica in presenza costringendo la Scuola ad inventarsi quella a distanza (DAD) ci ha fatto capire immediatamente quanto importanti possano essere le tecnologie informatiche multimediali, anche nella prassi quotidiana dell’insegnamento.

torna all'inizio del contenuto