NOTIZIE

14 Settembre 2022

Gps, Snals all’attacco: “Algoritmo a volte impazzito. Restituire trasparenza e correttezza alle procedure di nomina”

Gps, Snals all’attacco: “Algoritmo a volte impazzito. Restituire trasparenza e correttezza alle procedure di nomina”

14 September 2022

“La nuova procedura informatizzata messa a punto dal Ministero anche quest’anno non ha funzionato come avrebbe dovuto. L’algoritmo in molti casi è impazzito, vanificando il grande lavoro svolto in questi giorni dal personale di molti USR e degli Ambiti territoriali, ledendo i diritti di tanti lavoratori. Per questo le nostre segreterie provinciali sono pronte a dare assistenza ai docenti che hanno subito un danno”.

Lo dice Elvira Serafini, segretaria generale dello Snals Confsal, in un comunicato stampa a proposito degli errori presenti nelle Gps.

Dai territori ci pervengono segnalazioni di diversi errori nell’assegnazione delle cattedre e dei posti di sostegno a causa dell’algoritmo che ha gestito la procedura informatizzata“, prosegue Serafini, che evidenzia: “in sostanza i problemi riscontrati sono in parte analoghi a quelli già registrati l’anno scorso e quindi riconducibili alla circostanza che le disponibilità sopraggiunte successivamente alle nomine, per effetto di rinunce alle immissioni in ruolo o per mancanza dei titoli di accesso, non siano state acquisite tempestivamente dal sistema informativo per la prima fase di attribuzione delle supplenze“.

“Tale situazione – prosegue – ha generato attribuzioni di sedi più favorevoli a coloro che si trovavano in posizioni meno alte nelle graduatorie ed è in aperto contrasto con quanto previsto dalla norma che prevede l’aggiornamento costante dei dati per dare conto delle operazioni effettuate e la loro pubblicazione al termine delle quotidiane operazioni di conferimento. A tale già nota anomalia se ne è aggiunta un’altra, relativa al sistema di trattamento delle riserve, che ha comportato nomine, soprattutto di docenti di sostegno senza specializzazione, con esclusione di coloro che erano presenti a pieno titolo in prima fascia“.

Il Ministero, nonostante tutti gli appelli lanciati dai Sindacati e dallo Snals Confsal, ha voluto ancora una volta procedere con fretta per dimostrare di riuscire a coprire cattedre e posti, a scapito però della correttezza, della trasparenza e dell’equità. La situazione creatasi con gli errori nelle nomine genererà una serie di ricorsi che comporteranno revoche e riassegnazione di sedi, con grave danno per i precari e per gli alunni che vedranno compromessa fin dall’inizio delle lezioni la continuità didattica”, ha aggiunto la sindacalista.

Si rende pertanto necessario – ancora Serafini – ripensare fin da adesso la procedura delle nomine attraverso un confronto serio con le organizzazioni sindacali affinché vengano individuati modalità rapide ma in grado di tutelare i diritti e le attese dei lavoratori della scuola“.

Lo Snals Confsal ritiene opportuno– nelle province coinvolte negli errori – che si sospendano e si ripetano le operazioni di attribuzione delle supplenze. Continueremo a supportare i precari nella presentazione dei reclami e vigileremo costantemente per garantire la trasparenza delle operazioni ed i diritti di tutti i lavoratori della scuola“, conclude Serafini.

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Riparte da Gragnano (Napoli), la più importante campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione, nell’ambito del progetto Generazioni Connesse di sensibilizzazione e prevenzione dei… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Oggi, 5 ottobre 2022, è la Giornata degli insegnanti, in cui si commemora la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante, la principale struttura di riferimento per i… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Contratto scuola: “E’ già successo: quasi 2 miliardi di euro destinati alla scuola scostati dai fondi del PNRR. E si prosegue: 300 milioni del budget a… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, serie generale, del 3 ottobre 2022, il decreto del 28 giugno 2022 contenente il regolamento del Concorso DSGA 2022, che detta le disposizioni concernenti le… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola di Elena Cappai “Riscopriamo il senso della scuola per contribuire alla rinascita del Paese”. E’ il titolo della XXII Conferenza della scuola in Piemonte, che si è… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 5 Ottobre 2022

Quanto conosci l’inglese? Mettiti alla prova! Webinar gratuito oggi, 5 ottobre

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Quanto conosci l’inglese? Mettiti alla prova! Webinar gratuito oggi, 5 ottobre 5 October 2022 L’inglese è la lingua internazionale più diffusa al mondo, quella del web, dei social media (circa l’80% dei siti d’informazione online, magazine e personaggi online la utilizza) e della tecnologia.

Tutto scuola 5 Ottobre 2022

Premio Celommi per le scuole: promuovere la salvaguardia della vita sulla Terra

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Premio Celommi per le scuole: promuovere la salvaguardia della vita sulla Terra 5 October 2022 E‘ “Energia e Clima” il tema del premio Celommi 2022 – 2023 aperto a tutte le scuole d’Italia che vorranno cimentarsi in molteplici linguaggi espressivi.

Tutto scuola 5 Ottobre 2022

Concorso DSGA: domande e risposte in diretta! Partecipa alle LIVE sulla nostra pagina Facebook

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso DSGA: domande e risposte in diretta! Partecipa alle LIVE sulla nostra pagina Facebook 5 October 2022 Concorso DSGA: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del 28 giugno 2022 contenente il regolamento del Concorso DSGA 2022, che detta le disposizioni concernenti le procedure di selezione per titoli ed esami per l’accesso al profilo professionale di Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA).

Tutto scuola 5 Ottobre 2022

Una vita da social: riparte la campagna della Polizia di Stato e del MI nell’ambito del progetto ‘Generazioni Connesse’

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Una vita da social: riparte la campagna della Polizia di Stato e del MI nell’ambito del progetto ‘Generazioni Connesse’ 5 October 2022 Riparte da Gragnano (Napoli), la più importante campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione, nell’ambito del progetto Generazioni Connesse di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete per i minori.

torna all'inizio del contenuto