NOTIZIE

31 Luglio 2022

Graduatorie docenti: se non dichiaro un reato estinto, posso essere escluso dalla graduatoria?

Graduatorie docenti: se non dichiaro un reato estinto, posso essere escluso dalla graduatoria?

31 July 2022

Nel caso in commento veniva impugnato il provvedimento con il quale il Dirigente dell’USR competente ha sancito l’esclusione del ricorrente “dalla graduatoria di II fascia per la classe di concorso ivi specificata, a seguito della mancanza di uno dei requisiti generali di ammissione”. Si pronuncia il TAR per la Toscana con sentenza del 5/02/22 N. 00178/2022 accogliendo la tesi del lavoratore.

La questione

Il provvedimento di esclusione della graduatoria è motivato in considerazione della necessità di procedere in “autotutela alla revoca del provvedimento emesso dal Dirigente Scolastico alla luce delle acquisizioni documentali presso il competente casellario giudiziale”. Contrariamente a detta affermazione è dirimente constatare che nel certificato del casellario giudiziario non risulta menzione di alcuna condanna, sussistendo la dicitura “nulla” ai sensi di quanto previsto dall’art. 24 del Dpr del 14 novembre 2002 n. 313. Circa dieci anni fa il ricorrente riceveva un decreto penale di condanna al quale era poi seguito il provvedimento di estinzione del reato, secondo quanto previsto dall’art. 186 comma 9-bis del D.Lgs. 285/1992.

Il pronunciamento della Corte Costituzionale

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 179/2020, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 24 del d.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, laddove nel disciplinare le condanne da non menzionare nel casellario giudiziario, non aveva espressamente previsto di non riportare, in detto certificato, le iscrizioni della sentenza di condanna per uno dei reati di cui all’art. 186 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada) che, a loro volta, fossero dichiarate estinte in seguito al positivo svolgimento del lavoro di pubblica utilità. In applicazione di detta pronuncia al ricorrente è stato rilasciato un certificato privo di qualsivoglia menzione del reato a suo tempo commesso.

Il provvedimento di esclusione andava preceduto dalla comunicazione dell’avvio dell’iter nei confronti del personale

Detto provvedimento non è nemmeno stato preceduto dalla comunicazione di avvio del procedimento di cui all’art. 7 della L. 241/1990, circostanza quest’ultima che avrebbe permesso al ricorrente di depositare il certificato richiesto e, comunque, di presentare osservazioni e chiarimenti in merito alle verifiche e alla documentazione, presumibilmente in possesso dell’Amministrazione.

Nemmeno l’USR ha svolto un minimo di attività istruttoria, coinvolgendo il ricorrente, circostanza quest’ultima che avrebbe portato l’Amministrazione a verificare come il reato contestato si fosse estinto, consentendo la “non menzione” dello stesso nel certificato del casellario giudiziario.

In conclusione, afferma il TAR toscano, il ricorso è fondato e va accolto.

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Patti per la scuola, lezioni in presenza, miglioramento dell’alternanza scuola lavoro. E poi ancora: potenziamento insegnanti di sostegno, ius scholae, opportunità di crescita professionale per i… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola È difficile oggi, più di ieri, essere insegnanti. La società si è fatta più complessa, le trasformazioni continue ci mettono di fronte a problemi sempre nuovi… [...]

Di Diana Cipressi Un progetto di accoglienza, pensato come un momento di condivisione di attività laboratoriali ludico-didattiche destinate ad alunni di ordini diversi di scuola, sarà predisposto attraverso un ambiente… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Concorso dirigenti tecnici: parlare di Dirigenza tecnica significa comprendere la collocazione giuridica di questo profilo nel sistema scolastico italiano, ripercorrere le principali trasformazioni di questa funzione in relazione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Le prime ansie si sperimentano proprio tra i banchi di scuola. Ci si inizia a fare i conti dalla scuola primaria con le prime interrogazioni e… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 20 Agosto 2022

Finestre aperte contro il Covid, valutare possibili controindicazioni nell’uso degli aeratori. NOTA Ministero [PDF]

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il Ministero dell’Istruzione, nella nota emanata nella giornata di venerdì, a firma del capo dipartimento Stefano Versari, ribadisce quanto già definito dalle linee guida per l’aerazione e la qualità dell’aria nelle scuole.

Diventare docenti 20 Agosto 2022

Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto 20 August 2022 Una volta ottenuta la supplenza, all’esito della presentazione della domanda (termine ultimo 16 agosto), l’interessato può fruire degli istituti di aspettativa e congedo previsti dalla normativa vigente.

NOTIZIE 19 Agosto 2022

Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?  

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?   19 August 2022 È stata sottoscritta l’ipotesi di contratto collettivo nazionale per le funzioni locali.

torna all'inizio del contenuto