Diventare docenti

4 Agosto 2022

Graduatorie GPS, aggiornate in anticipo, ma ancora tanti errori nella pubblicazione: dai punteggi al mancato scioglimento riserva in prima fascia

Graduatorie GPS, aggiornate in anticipo, ma ancora tanti errori nella pubblicazione: dai punteggi al mancato scioglimento riserva in prima fascia

4 August 2022

Graduatorie GPS: se da un lato la domanda di inserimento e aggiornamento prodotta entro il 31 maggio ha permesso di distribuire il lavoro di valutazione tra le scuole polo e di effettuare un controllo per quanto possibile capillare sul titolo di accesso, non mancano comunque gli errori negli elenchi che gli uffici Scolastici hanno comunque dovuto pubblicare in fretta per consentire la presentazione della domanda di supplenza dal 2 agosto.

Ecco le segnalazioni 

Punteggio pieno per tutte le classi di concorso

“ho verificato che il software ha calcolato il punteggio sempre pieno degli ultimi 2 anni di servizio senza distinguere tra servizio specifico e aspecifico. Errore a mio favore….ma che provvederò a segnalare all’ursp di riferimento via pec…. Ma mi sorge una domanda…..

Quasi tutte le graduatorie avranno questo problema essendo il conteggio servizi un “automatismo” del software….”

Niente punteggio per l’ultimo biennio

“Visionando le GPS mi sono accorta che sono state aggiornate tutte le CDC ma non è stato aggiornato il punteggio sulla CDC per la quale ho avuto l’incarico al 30 giugno 2022(30 novembre 2021 – 30 giugno 2022).”

Mancato scioglimento riserva prima fascia GPS 

“vi scrivo per segnalarvi un errore che si è verificato a me, ma anche ad altri colleghi di USP differenti dal mio, nelle GPS che sono state pubblicate in questi giorni: l’inserimento con riserva in seconda fascia per classi di concorso per le quali non si è riusciti a sciogliere positivamente la riserva entro il 21 luglio.

Questo problema sta pregiudicando la nostra compilazione dell’istanza delle 150 preferenze in quanto il sistema ci esclude automaticamente da tutte quelle classi in cui siamo stati erroneamente inseriti con riserva, classi che per la maggior parte di noi sono le anche le principali.

Questo, se non verrà trovata soluzione entro il 16 agosto, comporterà l’impossibilità a compilare l’istanza con le 150 preferenze per queste classi e, di conseguenza, non ci permetterà di ricevere convocazioni da GPS.

Preciso che per tutti noi si tratta di un aggiornamento, quindi nel precedentemente biennio nelle medesime classi eravamo inseriti regolarmente in seconda fascia. Aggiungo inoltre che abbiamo provveduto a contattare gli USP ma anche in questo caso abbiamo avuto risultati diversi: alcuni USP nella mattina di ieri 2 agosto sono riusciti ad aggiornare con successo la situazione del candidato, altri non vi sono riusciti pur avendo aggiornato il sistema prima dell’apertura dell’istanza e altri ancora non sono riusciti a svolgere nessuna operazione in quanto l’istanza era già aperta e non era più possibile operare.

Spero vi rendiate dei notevoli problemi che questa situazione sta comportando e spero che si riesca a trovare una soluzione entro il 16 agosto. “

Si tratta di situazioni che pregiudicano la corretta compilazione della domanda

Se è vero infatti, nonchè auspicabile, che ci sia una seconda pubblicazione delle GPS (nonostante si continui a dire che ormai sono in versione definitiva) il non conoscere con esattezza la propria posizione potrebbe avere dei riflessi sulle scelte effettuate per le cattedre al 31 agosto /30 giugno.

La consulenza

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Sono state pubblicate le graduatorie delle 3.571 scuole dell’infanzia statali beneficiarie dei 267,8 mln di fondi stanziati dall’Avviso pubblico “Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia”.… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola I compiti per le vacanze che tuo figlio deve svolgere lungo tutta la durata del periodo estivo sono tornati. Non senza una certa dose di stress sua… [...]

Pubblicato da Simone Consegnati La scuola dell’infanzia, che molti di noi chiamano ancora ostinatamente “materna” o, peggio, “asilo”, può essere gestita da tre tipi di enti: lo Stato, i comuni,… [...]

Pubblicato da Marco Braghero Viaggio nella scuola finlandese. Ci chiediamo spesso”Cambiare la scuola italiana: è davvero necessario?” La crisi profonda del nostro sistema educativo lo imporrebbe, ma il cambiamento dovrebbe… [...]

Pubblicato da Nicoletta Appignani Quanto è importante oggi nella formazione, nell’apprendimento, in definitiva nel percorso scolastico di uno studente la possibilità di conoscere nuove realtà, di misurarsi con esperienze di… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola dell’infanzia, pubblicate le graduatorie: 267,8 mln per ambienti didattici innovativi

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola dell’infanzia, pubblicate le graduatorie: 267,8 mln per ambienti didattici innovativi 12 August 2022 Sono state pubblicate le graduatorie delle 3.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola dell’Infanzia: tutto quello che non sai (e che invece tuo figlio vorrebbe che conoscessi)

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola dell’Infanzia: tutto quello che non sai (e che invece tuo figlio vorrebbe che conoscessi) 12 August 2022 La scuola dell’infanzia, che molti di noi chiamano ancora ostinatamente “materna” o, peggio, “asilo”, può essere gestita da tre tipi di enti: lo Stato, i comuni, e i privati, che spesso sono congregazione religiose.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Scuola, cosa imparare dal modello finlandese: non copiare, ma innovare

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola, cosa imparare dal modello finlandese: non copiare, ma innovare 12 August 2022 Viaggio nella scuola finlandese.

Tutto scuola 12 Agosto 2022

Come scegliere e organizzare una gita scolastica

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Come scegliere e organizzare una gita scolastica 12 August 2022 Quanto è importante oggi nella formazione, nell’apprendimento, in definitiva nel percorso scolastico di uno studente la possibilità di conoscere nuove realtà, di misurarsi con esperienze di vita differenti, di visitare musei, città lontane, addirittura paesi stranieri? Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone, scriveva Steinbeck.

torna all'inizio del contenuto