NOTIZIE

4 Gennaio 2023

La Consulta dei genitori in un I.I.S. per attuare e regolamentare la democrazia nella scuola: scarica esempio regolamento

La Consulta dei genitori in un I.I.S. per attuare e regolamentare la democrazia nella scuola: scarica esempio regolamento

4 January 2023

Tornare, meglio, ritornare sul tema della “Consulta dei Genitori”, è di fondamentale importanza per ristabilire e potenziare il raccordo tra le componenti fondamentali della scuola. La Consulta si presenta come organo libero e democratico, senza alcuna tipologia di indirizzo di carattere politico o di scelta religiosa e, principalmente, senza fini di lucro. Mira a promuove, come premesso, la partecipazione dei genitori nella scuola, al fine di partecipare alla formazione di una comunità scolastica maggiormente integrata, capace di rapportarsi con la più ampia comunità sociale e civile territoriale, nazionale e internazionale. La Consulta dei Genitori è necessario che si ispiri all’ideale di una scuola capace di offrire agli studenti forti stimoli allo studio, nel nome dei valori rispettosi dell’uomo e dell’ambiente, che alimenti il loro desiderio di arricchimento umano, culturale e professionale.

Strumento di partecipazione democratica

La Consulta dei Genitori – si legge nel regolamento del Liceo delle Arti di Trento e Rovereto “Vittoria-Bonporti-Depero” diretto brillantemente dalla Dirigente scolastico Prof.ssa Daniela Simoncelli, il cui regolamento prendiamo come eccellente esempio di “Buona scuola” – è uno strumento di partecipazione democratica, che si interessa di tutte le tematiche riguardanti la scuola e i rapporti tra scuola e famiglia, scuola e territorio, scuola e società, creando un collegamento con gli organi collegiali e per questo si propone come interlocutore del Dirigente Scolastico, del Consiglio dell’Istituzione, dei Docenti, dei Genitori e degli Studenti.

Membri della Consulta

Sono membri di diritto della Consulta dei Genitori i Rappresentanti di Classe eletti annualmente dai genitori, i rappresentanti dei genitori eletti nel Consiglio dell’Istituzione. L’adesione alla Consulta dei Genitori comporta l’accettazione del Regolamento di istituto, qualora definito e presente (ma senza, sarebbe impossibile la realizzazione della consulta).

Obiettivi specifici e aree di competenza della Consulta

La Consulta dei Genitori – come è suggerito nel regolamento del Liceo delle Arti di Trento e Rovereto “Vittoria-Bonporti-Depero” diretto con competenza dal Dirigente scolastico Prof.ssa Daniela Simoncelli, il cui regolamento alleghiamo come esempio di “Ottima scuola” – è costituita per:

  • promuovere il confronto democratico tra le diverse componenti dell’Istituto: dirigenza, docenti, studenti, famiglie;
  • facilitare la comunicazione e il confronto tra genitori per capire meglio problemi e difficoltà dei figli adolescenti;
  • acquistare un ruolo attivo e un peso adeguato alla responsabilità educativa della famiglia nelle decisioni e indirizzi educativi della scuola;
  • promuovere per quanto possibile la partecipazione di tutti i genitori alla gestione dell’offerta formativa di Istituto, per la parte di competenza della componente famigliare;
  • contribuire a valutare l’efficacia dell’offerta formativa, in termini di coerenza e corrispondenza tra gli obiettivi dichiarati nel Progetto di Istituto e i risultati ottenuti e documentati;
  • formulare proposte per un miglioramento continuo della qualità dell’offerta formativa di Istituto;
  • promuovere interventi e attività per formare e sostenere i Genitori nell’esercizio competente della funzione educativa;
  • contribuire a costruire una rete formativa scuola-territorio ed a promuovere la collaborazione tra la scuola e tutte le risorse presenti nei territori di provenienza degli studenti;
  • raccogliere e valutare le proposte dei Gruppi di Lavoro di ogni Plesso (se ve ne fossero in Istituto).

Azioni promosse dalla Consulta dei Genitori

Per il conseguimento degli obiettivi – si legge nel regolamento del Liceo delle Arti di Trento e Rovereto “Vittoria-Bonporti-Depero” – la Consulta può attivarsi nelle seguenti aree operative:

  • candidare propri rappresentanti alle elezioni del Consiglio dell’Istituzione (come modalità addizionale alla libera partecipazione democratica alla gestione della scuola);
  • eleggere e supportare i propri rappresentanti negli organismi di partecipazione, fra cui l’organo di garanzia;
  • definire criteri e strategie di intervento della componente famigliare nella formulazione delle politiche educative e per la soluzione di problemi eventualmente insorti nelle pratiche educative dell’Istituto;
  • formulare proposte per potenziare l’offerta formativa dell’Istituto ed esprimere pareri in risposta a richieste delle altre componenti di Istituto
  • tenere i contatti con le famiglie, trasmettere informazioni, sollecitare risposte;
  • rilevare nuovi bisogni educativi degli studenti e contribuire a progettare risposte adeguate;
  • creare un ponte di collegamento e dialogo con le esigenze e le risorse territoriali, così da facilitare l’integrazione dell’Istituto nella rete formativa territoriale;
  • proporre e organizzare interventi di formazione per i genitori, scegliere gli esperti e trovare le risorse necessarie alla loro realizzazione.

REGOLAMENTO CONSULTA DEI GENITORI

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Tuttoscuola, come altre testate, ha riportato una lettera di un vincitore dell’ultimo concorso a dirigente scolastico in cui evidenziava l’illogicità e l’ingiustizia di due emendamenti… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Non è un fenomeno solo italiano. Negli USA, che pure hanno un sistema scolastico molto più decentrato e flessibile del nostro, prosegue la fuga degli… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Un primo dilemma riguarda il criterio in base al quale gli stipendi dovrebbero essere differenziati: il merito (la qualità del lavoro svolto dal singolo docente,… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Tra poche settimane le scuole saranno chiamate a presentare i progetti del piano Scuola 4.0 per investire i cospicui investimenti messi a disposizione dal PNRR.… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Ultime ore per le iscrizioni del 2023-24 che per la scuola primaria confermeranno con ogni probabilità anche l’anomalia, prevalentemente territoriale, degli anticipi che hanno registrato… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 31 Gennaio 2023

Quale parità di genere nella scuola? Lettera

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Inviato da Mario Bocola – Gli alunni nella scuola italiana e soprattutto nel primo ciclo d’istruzione si identificano nella figura della maestra e della professoressa e la riconoscono una “figura materna” dolce, sensibile, amorevole.

NOTIZIE 31 Gennaio 2023

Doppio lavoro senza autorizzazione: docente di ruolo licenziata

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Doppio lavoro senza autorizzazione: docente di ruolo licenziata 31 January 2023 Doppio lavoro senza autorizzazione: così è stata licenziata una docente dopo aver superato il concorso e ottenuto il ruolo nel 2018.

NOTIZIE 30 Gennaio 2023

Iscrizioni, dal 31 gennaio gestione domande sul SIDI. Tutti gli adempimenti delle scuole. NOTA

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Skip to content Iscrizioni, dal 31 gennaio gestione domande sul SIDI.

NOTIZIE 30 Gennaio 2023

Dalla richiesta della carta d’identità all’Isee fino alle visure catastali. Nasce Polis, lo sportello digitale per la Pa di Poste Italiane

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dalla richiesta della carta d’identità all’Isee fino alle visure catastali.

torna all'inizio del contenuto