NOTIZIE

6 Luglio 2022

La creatività e un concorso per il logo della scuola: un regolamento per far diventare protagonisti gli alunni

La creatività e un concorso per il logo della scuola: un regolamento per far diventare protagonisti gli alunni

6 July 2022

La creazione di qualcosa è certamente ciò che più d’ogni altra esperienza rende unica la permanenza dei nostri alunni nella scuola. Qualunque sia l’ordine e il grado di frequenza. Tanto più questa creatività vitalizza la presenza dei nostri alunni nelle rispettive scuole, tanto più diventa entusiasmante il percorso di crescita dei nostri allievi. Un’esperienza unica, ad esempio, è, come la narrazione testimonia, la creazione del logo della scuola. Importante perché finalizzato a definire l’identità del luogo che si vive in una sinergia di caratterizzazioni che solo gli alunni possono, meglio di DS e docenti, nonché meglio del personale ATA, vedere, notare e vivere. Ma ogni buona esperienza va progetta e, lo affermiamo spesso da questa testata, regolamentato. Testimonianza autorevole è quella rappresentata dal Regolamento voluto dal dirigente scolastico Prof. Giuseppe Sangeniti per il “Concorso per il logo della scuola”.

Attraverso la fantasia e la creatività, i ragazzi potranno diventare protagonisti e vedere il proprio logo sul sito dell’Istituto

L’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) ha promosso il concorso “Un logo per la mia scuola” per la creazione del marchio distintivo dell’istituto. “Attraverso la fantasia e la creatività, i ragazzi potranno diventare protagonisti e vedere il proprio logo sul sito dell’Istituto” si legge nel regolamento approvato dal CdI. Il concorso dovrebbe, comunque e sempre, rivolto a tutte le classi della. Gli elaborati potranno essere presentati dall’intera classe o dai singoli alunni e dovranno avere come riferimento il “vecchio” logo, non più utilizzato ormai da anni, in quanto risalente al periodo in cui la scuola si configurava come circolo didattico. I docenti potranno decidere come gestire la fase creativa e di selezione.

Creazione di un elaborato grafico, utilizzando la tecnica preferita

La partecipazione al concorso – si legge nell’apposito regolamento predisposto e in uso nell’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) – prevede la creazione di un elaborato grafico, utilizzando la tecnica preferita: disegno con pastelli, pennarelli, pastelli a cera, tempera, in bianco e nero, collage, tecniche miste.

Le caratteristiche del logo

Il logo:

  • dovrà essere originale e unico nel suo genere;
  • dovrà essere a colori e/o in bianco e nero e avere caratteristiche tali da poter essere rimpicciolito od ingrandito senza perdere di forza comunicativa. I colori dovranno essere saturi e i contorni ben definiti.
  • potrà contenere un disegno, un simbolo o altra forma grafica, a scelta del concorrente.

Criteri di valutazione degli elaborati

Quali sono i criteri di valutazione degli elaborati? Ecco quelli predisposti dall’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) diretto brillantemente dal dirigente scolasticoProf. Giuseppe Sangeniti ha promosso il concorso “Un logo per la mia scuola”:

  • Originalità dell’idea progettuale e artistica.
  • Valore estetico ed artistico
  • Dimensioni tali da poter essere ridotto senza perdere visibilità, realizzabilità e riproducibilità del logo.

Proclamazione del vincitore

Un solo elaborato risulterà vincitore con motivazione espressa dalla commissione esaminatrice. Verranno altresì riconosciuti anche un secondo e un terzo posto. Sarà data comunicazione degli esiti con pubblicazione sul sito web della scuola.

Premi e modalità di espressione della creatività

Non è necessario che siano conferiti premi in denaro, sottolinea l’Istituto Comprensivo “Antonio Pagano” di Nicotera (VV) nel regolamento del concorso “Un logo per la mia scuola”. È necessario, invece, invitare i partecipanti ad esprimere la loro creatività e il loro genio artistico a beneficio dell’Istituto del quale si fa parte. La scuola diventa, in ragione del concorso, come in ogni procedura selettiva di questo tipo, diventa proprietaria del logo stesso. I primi tre classificati potranno ricevere (e bene che ciò accada) comunque premi, consistenti in materiale didattico. Le premiazioni saranno tenute nella manifestazione che si potrebbe (o si dovrebbe) tenere alla fine dell’anno scolastico e nella quale verranno esposti tutti gli elaborati presentati al concorso.

Regolamento – educare alla creatività e un logo_ISTITUTO

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Patti per la scuola, lezioni in presenza, miglioramento dell’alternanza scuola lavoro. E poi ancora: potenziamento insegnanti di sostegno, ius scholae, opportunità di crescita professionale per i… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola È difficile oggi, più di ieri, essere insegnanti. La società si è fatta più complessa, le trasformazioni continue ci mettono di fronte a problemi sempre nuovi… [...]

Di Diana Cipressi Un progetto di accoglienza, pensato come un momento di condivisione di attività laboratoriali ludico-didattiche destinate ad alunni di ordini diversi di scuola, sarà predisposto attraverso un ambiente… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Concorso dirigenti tecnici: parlare di Dirigenza tecnica significa comprendere la collocazione giuridica di questo profilo nel sistema scolastico italiano, ripercorrere le principali trasformazioni di questa funzione in relazione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Le prime ansie si sperimentano proprio tra i banchi di scuola. Ci si inizia a fare i conti dalla scuola primaria con le prime interrogazioni e… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 20 Agosto 2022

Finestre aperte contro il Covid, valutare possibili controindicazioni nell’uso degli aeratori. NOTA Ministero [PDF]

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il Ministero dell’Istruzione, nella nota emanata nella giornata di venerdì, a firma del capo dipartimento Stefano Versari, ribadisce quanto già definito dalle linee guida per l’aerazione e la qualità dell’aria nelle scuole.

Diventare docenti 20 Agosto 2022

Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto 20 August 2022 Una volta ottenuta la supplenza, all’esito della presentazione della domanda (termine ultimo 16 agosto), l’interessato può fruire degli istituti di aspettativa e congedo previsti dalla normativa vigente.

NOTIZIE 19 Agosto 2022

Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?  

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?   19 August 2022 È stata sottoscritta l’ipotesi di contratto collettivo nazionale per le funzioni locali.

torna all'inizio del contenuto