Notizie e comunicati

20 Novembre 2018

Mobilità, tutti titolari su scuola E ritorna la fase comunale

Mobilità, tutti titolari su scuola E ritorna la fase comunale

Italia Oggi

7 November 2018

Le modifiche comunicate dal miur durante la  contrattazione

di Marco Nobilio

Titolarità su scuola per tutti e ripristino della fase comunale. È quanto emerso nel secondo incontro sulla contrattazione per la mobilità, che si è tenuto il 15 novembre scorso a viale Trastevere tra i rappresentanti del ministero dell’istruzione e dei sindacati firmatari del contratto, Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda-Unams. L’amministrazione ha informato i sindacati della propria disponibilità a ripristinare i diritti dei docenti in materia di mobilità, anche in vista della cancellazione definitiva della chiamata diretta e degli ambiti territoriali. Cancellazione che avverrà tramite un apposito provvedimento legislativo. In VII commissione al senato sono stati presentati due disegni di legge in tal senso: il 753, primo firmatario Mario Pittoni (Lega) e 763, prima firmataria Maria Laura Granato (M5S). Entrambi i disegni di legge sono in sede redigente. L’intenzione del governo di disporre la cancellazione della chiamata diretta e degli ambiti territoriali si evince proprio dal fatto che i disegni di legge sono stati assegnati in sede redigente. L’esito di tale procedura consisterà nel fatto che il provvedimento, quando sarà assegnato all’esame dell’aula, sarà votato in blocco, senza procedere articolo per articolo. E ciò accelererà notevolmente i tempi di approvazione.

Le due proposte di legge, peraltro, non sono identiche, ma sono comunque conciliabili tra loro: il disegno di legge Pittoni prevede, infatti, la cancellazione della chiamata diretta, il disegno di legge Granato prevede espressamente anche la cancellazione degli ambiti. È probabile, quindi, che l’inizio dell’esame da parte della commissione del solo ddl Granato comporti l’assorbimento del ddl Pittoni. Che peraltro è perfettamente conciliabile con le disposizioni previste dal ddl Granato. La cancellazione della chiamata diretta comporterà il ripristino del diritto di tutti i docenti alla sede di titolarità. E ciò avverrà sia all’atto dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni, sia all’esito delle procedure di mobilità. Pertanto, i docenti non titolari che non parteciperanno alle operazioni di mobilità oppure se parteciperanno ma non otterranno l’accoglimento della domanda, otterranno la titolarità sulla scuola dove sono titolari di incarico triennale non appena le nuove disposizioni entreranno in vigore. Mentre i docenti che presenteranno la domanda di mobilità e se la vedranno accogliere, otterranno la titolarità sulla scuola dove saranno trasferiti oppure su quella alla quale saranno assegnati per effetto di un passaggio di ruolo o di cattedra.

L’amministrazione ha anche intenzione di ripristinare la fase comunale dei movimenti. Ciò vuole dire che I trasferimenti e i passaggi all’interno del comune avranno nuovamente la precedenza sui trasferimenti e i passaggi dei docenti provenienti da altri comuni. L’amministrazione e sindacati stanno anche lavorando alla possibilità di prevedere, nel prossimo contratto, i trasferimenti anche per i docenti di musica dei licei musicali.

Fonte dell’articolo: Italia Oggi

Mobilità, tutti titolari su scuola E ritorna la fase comunale

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Anche per l’anno scolastico in corso, il Ministero dell’istruzione e del merito ha rinnovato l’offerta formativa didattica gratuita, ricca di possibilità di formazione sulla piattaforma per [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Un evento promosso dalla Regione Marche per riflettere con le scuole del territorio sull’offerta, sui modelli e sugli strumenti di orientamento a disposizione degli studenti, condividere [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Girano da tempo sui social descrizioni di quanto avviene nei cosiddetti diplomifici, in particolare notizie sgradevoli sulle condizioni lavorative di docenti che lavorano presso alcuni istituti [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo La dodicesima edizione di Expotraining, affermatasi nel tempo come la più importante fiera nazionale della formazione professionale, si svolgerà come sempre a Milano nel complesso di [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Di Claudio Girelli Un anno scolastico che inizia è segnato da gesti e volti. Le riunioni collegiali, la programmazione, la preparazione di materiali, la scuola che [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 30 Settembre 2023

Abilitazione docenti, cosa deve fare chi ha i 24 Cfu? La risposta degli esperti

Share on Social Media x facebook pinterest email Abilitazione docenti, cosa deve fare chi ha i 24 Cfu? La risposta degli esperti 30 September 2023 È stato pubblicato nella G.

NOTIZIE 30 Settembre 2023

Pistola ad aria compressa contro prof, il docente: “Non denuncio, ma voglio l’espulsione”. Frassinetti: “va ripristinata autorevolezza”

Share on Social Media x facebook pinterest email Pistola ad aria compressa contro prof, il docente: “Non denuncio, ma voglio l’espulsione”.

NOTIZIE 30 Settembre 2023

L’affondo di Rosy Bindi: “Va rivalutata la funzione sociale degli insegnanti, sono stati erroneamente svalutati”

Share on Social Media x facebook pinterest email “La dispersione scolastica è classista: a scuola non vanno i figli di poveri, degli immigrati, quei ragazzi che hanno meno cultura in famiglia, che non respirano quel clima, ed è più alta negli istituti professionali, rispetto ai licei: l’Italia non può non porsi questo tema”.

NOTIZIE 30 Settembre 2023

Supplenze brevi e saltuarie, finanziati 55,6 milioni di euro. Dl Proroga Termini in Gazzetta Ufficiale

Share on Social Media x facebook pinterest email Supplenze brevi e saltuarie, finanziati 55,6 milioni di euro.

torna all'inizio del contenuto