Tutto scuola

31 Agosto 2022

Obbligo scolastico dalla scuola dell’Infanzia: i costi

Obbligo scolastico dalla scuola dell’Infanzia: i costi

31 August 2022

Vediamo ora, nel dettaglio, quanto costerebbe realizzare la proposta dell’obbligo scolastico dalla scuola dell’Infanzia. La retribuzione annuale di un docente di scuola statale dell’infanzia, in base ai parametri del CCNL 2016-18, è di 24.142 euro che, con gli oneri riflessi a carico dello Stato, ammonta a 32.024 euro. Per 8.712 docenti il costo complessivo a carico dell’erario sarebbe, pertanto, di 279 milioni di euro. La proposta elettorale dell’obbligo scolastico dalla scuola dell’infanzia utilizza la formula costituzionale della “gratuità”, prevista dall’articolo 34.

La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

Il termine “gratuita” non deve trarre in inganno.

Come precisato da tempo dalla Corte costituzionale, la gratuità non è assoluta ed è riferita, in particolare, alla prestazione assicurata dagli insegnanti e da tutto il personale scolastico, ma non è prevista invece, come già succede attualmente nelle scuole primarie statali, ad esempio per la fruizione dei pasti, eventualmente a prezzi contenuti e rapportati alle condizioni socioeconomiche delle famiglie.   

Quanto costerebbe introdurre l’obbligo nella scuola dell’Infanzia? Qui i calcoli di Tuttoscuola

Il problema della gratuità potrebbe mettere in difficoltà le Amministrazioni comunali che gestiscono proprie scuole dell’infanzia. Sono infatti 2.100 le scuole comunali che attualmente accolgono circa 145mila bambini iscritti.

Come nelle scuole paritarie a gestione privata, i Comuni richiedono alle famiglie dei bambini iscritti una retta comprensiva non solo del contributo per il pasto, ma anche per il servizio offerto.

Per la natura di servizio pubblico i Comuni, nel caso dell’obbligo e della gratuità per la scuola dell’infanzia, sarebbero costretti a limitare gli importi di retta al solo contributo per i pasti.   

Per molti Comuni, soprattutto se di ridotte dimensioni, potrebbero esserci difficoltà finanziarie per mantenere in funzione la loro scuola dell’infanzia senza un aiuto dello Stato.

Obbligo scolastico dalla scuola dell’Infanzia: gratuità della mensa

Il PD prevede anche la gratuità della mensa per tutti i bambini. Considerato il costo medio di un pasto (attualmente a carico dei Comuni) di 20-21 euro e che i giorni di frequenza nell’anno scolastico per le scuole dell’infanzia sono in media 180, il costo complessivo della mensa per ogni bambino sarebbe di 3.700 euro.

Lo Stato dovrebbe rimborsare ai Comuni complessivamente 3 miliardi e 337 milioni per i pasti erogati gratuitamente ai bambini obbligati.

Tra costi del personale docente e sostegno alla gratuità della mensa, l’introduzione dell’obbligo scolastico interamente gratuito comporterebbe un onere complessivo di 3 miliardi e 616 milioni di euro.

Leggi tutti gli approfondimenti sull’obbligo scolastico dalla scuola dell’Infanzia:

– La situazione attuale (Bambini iscritti scuola dell’infanzia a.s. 2021-22 per area geografica e scuola statale/paritaria)

– La scolarizzazione per Regione (rapporto tra bambini nati e iscritti alla scuola dell’infanzia)

– Gli effetti della scolarizzazione totale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Favorire lo sviluppo di un ecosistema nazionale per la formazione delle nuove competenze digitali, supportare la valorizzazione delle migliori esperienze, anche in ambito Cloud Computing e… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Da cardine del sistema educativo a categoria sottovalutata e costantemente sotto esame. Nel giro di qualche decennio lo status dei docenti italiani, specie di quelli della… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Scuola e PNRR. Il ministro dell’Istruzione uscente, Patrizio Bianchi, ha iniziato l’opera, ma sarà il prossimo inquilino di Viale Trastevere a doverla completare. Il PNRR destina… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola L’inglese è la lingua internazionale più diffusa al mondo, quella del web, dei social media (circa l’80% dei siti d’informazione online, magazine e personaggi online la utilizza)… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola E‘ “Energia e Clima” il tema del premio Celommi 2022 – 2023 aperto a tutte le scuole d’Italia che vorranno cimentarsi in molteplici linguaggi espressivi. Lanciato dall’IC Rita… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 6 Ottobre 2022

PNRR e scuola: i nodi che passeranno in eredità al nuovo Ministro

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuola e PNRR.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Sport alla primaria con Scuola Attiva Kids, le domande dei tutor entro l’11 ottobre. I requisiti

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Entro le ore 16 del’11 ottobre è possibile presentare domanda per partecipare alla procedura di selezione per Scuola Attiva Kids, il progetto rivolto a tutte le classi di scuola primaria delle istituzioni scolastiche statali e paritari.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Il debito del 730 non va obbligatoriamente sottratto dalla busta paga

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il debito derivante dal modello 730 può anche non essere saldato con la busta paga ma pagando con modello F24.

NOTIZIE 6 Ottobre 2022

Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti. Risposte dal Ministero nelle prossime settimane

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze GPS e algoritmo: riserve, precedenze, completamenti.

torna all'inizio del contenuto