COMUNICATI

12 Maggio 2020

Pago PA: chiarimenti adesione alla Piattaforma e scadenza del termine

Facendo seguito alla comunicazione a firma congiunta del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano, e dell’Amministratore Unico della PagoPA S.p.A., Giuseppe Virgone, in merito all’obbligatorietà di adesione alla Piattaforma PagoPA dal 30 giugno p.v. 2020, si riporta quanto segue.

Ai sensi dell’art. 65, comma 2, del D.lgs n. 217/2017 come da ultimo modificato dal D.L. n. 162/2019 (Decreto Milleproroghe), dal 30 giugno p.v. i prestatori di servizi di pagamento, c.d. PSP (Banche, Poste, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica) sono chiamati ad utilizzare unicamente la piattaforma PagoPA per erogare servizi di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni.

Di conseguenza, le Istituzioni Scolastiche devono adottare e utilizzare in via esclusiva la piattaforma PagoPA, in quanto i servizi di pagamento alternativi a PagoPA risulteranno illegittimi. Inoltre, il D. Lgs 165/2001, art. 1, comma 2, impone l’utilizzo obbligatorio di PagoPA per ogni tipologia di incasso, senza nessuna esclusione.

Al fine di consentire alle scuole l’utilizzo di PagoPA, il Ministero ha già sviluppato e messo a disposizione di tutte le Istituzioni Scolastiche il Sistema centralizzato per i pagamenti telematici del Ministero dell’Istruzione, Pago In Rete, “compliant by design” con la Piattaforma PagoPA con la quale interagisce direttamente.

Il Sistema Pago In Rete del Ministero è dedicato a Istituzioni Scolastiche, Famiglie e Cittadini e

consente:

  • alle Istituzioni Scolastiche: di ricevere dalle famiglie i pagamenti tramite PagoPA per i servizi scolastici e di poterne gestire l’intero ciclo di vita, dall’emissione degli avvisi telematici alla riconciliazione degli incassi con le scritture contabili nei sistemi di bilancio;
  • alle Famiglie: di pagare telematicamente con PagoPA tasse scolastiche, viaggi di istruzione, visite didattiche, assicurazione integrativa alunni, mensa scolastica autogestita, attività extracurriculari, contributi volontari per specifici servizi;
  • al Cittadino: di effettuare pagamenti telematici di contributi a favore del MI (ad esempio Tasse per concorsi indetti dal Ministero dell’Istruzione o Bollo per riconoscimento titoli di studio esteri).

Il sistema Pago In Rete permette un dialogo diretto con la Piattaforma PagoPA, che si occupa della comunicazione e dello scambio dati con i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP). Tutti i servizi disponibili su Pago in Rete sono erogati, per le scuole, a titolo gratuito e sono fruibili sia da PC, Tablet, Smartphone e qualsiasi altro dispositivo portatile. A breve gli avvisi telematici ed i servizi di pagamento per famiglie e cittadini saranno resi disponibili anche sull’App IO.it.

Il sistema Pago In Rete è inoltre già integrato con le principali soluzioni software di fornitori privati in uso presso le Istituzioni Scolastiche. Pago In Rete mette a disposizione servizi web attraverso i quali è possibile scambiare le informazioni per gestire in maniera integrata l’intero ciclo di vita del pagamento.

Si evidenzia che, per ottemperare agli obblighi di legge di cui sopra, le Istituzioni Scolastiche non devono effettuare alcun passo procedurale per aderire alla piattaforma PagoPA in quanto il Ministero dell’Istruzione si è già fatto carico di tutte le attività formali. Le scuole possono assolvere agli obblighi richiesti semplicemente utilizzando il Sistema Pago In Rete del MI o i servizi di integrazione con le soluzioni software in uso presso le Istituzioni Scolastiche.

È possibile accedere al sistema Pago In Rete dall’area riservata all’interno del Portale del Ministero dell’Istruzione utilizzando le proprie credenziali IAM, SPID o POLIS. Maggiori informazioni sono disponibili al seguente indirizzo: https://www.istruzione.it/pagoinrete/ .

E’ possibile consultare il materiale operativo di supporto accedendo al seguente link:

https://sidi.pubblica.istruzione.it/sidi-web/dettaglio-documento/pagamenti-telematici-pago-in-rete

Ai suddetti link sono disponibili video, brochure, presentazioni e guide con indicati i primi semplici passi che le segreterie devono effettuare per iniziare ad utilizzare il sistema e creare e notificare un evento di pagamento. Queste guide permettono di cominciare ad utilizzare il sistema in breve tempo ed in maniera molto facile ed intuitiva.

Il Ministero dell’Istruzione, già a partire dalla fine del mese di maggio, ha previsto anche un calendario di webinar, rivolti a tutte le Istituzioni Scolastiche, aventi per oggetto una overview del

sistema e le prime istruzioni per configurare e gestire i pagamenti telematici.

È possibile richiedere assistenza contattando il numero verde 800 903 080 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00) o aprire una richiesta via web attraverso il link

https://sidi.pubblica.istruzione.it/sidi-web/assistenza

A breve sarà anche disponibile una piattaforma di collaborazione su cui poter condividere contenuti, e scambiare commenti, suggerimenti e che diventerà un contenitore ed un archivio di informazioni accessibili da tutti.

Fonte del comunicato: MIUR

Pago PA: chiarimenti adesione alla Piattaforma e scadenza del termine

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Soltanto la metà delle scuole di Ischia dichiara di avere redatto il DVR, il Documento di Valutazione dei Rischi. E’ quanto risulta da un’elaborazione dati di… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Oggi, mercoledì 30 novembre, presso l’Aula della Commissione Politiche dell’Unione europea, al terzo piano di Palazzo Carpegna del Senato, le Commissioni riunite Cultura di Senato e… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Il problema del contenzioso relativo al concorso dei dirigenti scolastici merita un’attenta riflessione, sia per coloro che sono in attesa di conoscere le determinazioni giurisdizionali, sia… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Ody! Non ti avevo detto di aspettarmi fuori? – Lui mostrò un braccialetto lampeggiante e disse: – C’è una richiesta d’aiuto immediata da una scuola…”. Barbara… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Come era stato annunciato dal Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, lo scorso 29 novembre è stato firmato il decreto di riparto di 500 milioni… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 1 Dicembre 2022

Dove la COP27 ha fallito, la scuola deve riuscire

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dove la COP27 ha fallito, la scuola deve riuscire 1 December 2022 Una “chiamata alle armi” per tutti coloro che lavorano, a qualsiasi titolo, nel mondo della scuola.

Tutto scuola 1 Dicembre 2022

Test ingresso, nuove prove per il TOLC ad aprile e luglio 2023: saranno ripetibili

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Test ingresso, nuove prove per il TOLC ad aprile e luglio 2023: saranno ripetibili 1 December 2022 Dal 13 al 22 aprile e dal 15 al 25 luglio del 2023.

Tutto scuola 1 Dicembre 2022

A Catania Babbo Natale viaggia in Rete: l’iniziative per scuole e famiglie

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email A Catania Babbo Natale viaggia in Rete: l’iniziative per scuole e famiglie 1 December 2022 Un’iniziativa originale ci viene segnalata dalla Sicilia: le Pro Loco della provincia di Catania, per non far perdere ai bambini l’opportunità di incontrare Babbo Natale, hanno deciso di rendere l’incontro virtuale: al posto della slitta, la rete Internet per tenere compagnia a grandi e piccini dall’ 8 al 26 dicembre.

Tutto scuola 1 Dicembre 2022

Scuole strumento di pace: 3 dicembre premiazione delle scuole vincitrici del concorso

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Scuole strumento di pace: 3 dicembre premiazione delle scuole vincitrici del concorso 1 December 2022 Il prossimo sabato, 3 dicembre, alle 9.

torna all'inizio del contenuto