Tutto scuola

13 Luglio 2022

Pari opportunità: a scuola nasce il protocollo per la condizione femminile

Pari opportunità: a scuola nasce il protocollo per la condizione femminile

13 July 2022

Come la cronaca ci mostra ogni giorno, sembra che continui a non dare i frutti sperati tutta l’energia spesa sino ad ora in tema di  cultura del rispetto, dei diritti e delle pari opportunità, prevenzione e contrasto ad ogni tipo di violenza e discriminazione.  In tale orizzonte di senso, in questi giorni la Direzione generale dello Studente ha sottoscritto un protocollo d’Intesa con il Soroptimist International d’Italia con l’obiettivo di aiutare le scuole, mettendo a disposizione, gratuitamente, il comune  patrimonio di competenze. L’oggetto è “promuovere l’avanzamento della condizione femminile, prevenire e contrastare la discriminazione di genere mediante un corretto percorso formativo in ambito scolastico”.

Purtroppo non bastano i trattati internazionali, le raccomandazioni dell’Unesco e le direttive comunitarie, quadro di riferimento generale entro cui collocare l’educazione alla cittadinanza ed alla legalità come elementi essenziali del contesto pedagogico e culturale di ogni Paese. E neanche la mole di normative fiorite in Italia nel corso degli anni che, in più modi, ha tentato di occuparsi anche dei fenomeni di violenza, di bullismo e di discriminazione di genere. Tra tutti, il comma 16 della legge 107 che assicura, all’interno del piano triennale dell’offerta formativa, la realizzazione dei principi di pari opportunità, promuovendo, a tutti i livelli di istruzione, l’educazione alla parità di genere, la prevenzione alla violenza di genere e a tutte le discriminazioni.

Ovviamente si tratta di un diritto che poggia sulla Costituzione che (agli articoli 2,3,13,19,32) garantisce il rispetto della dignità umana, delle libertà individuali e associative delle persone e tutelano da ogni discriminazione e violenza morale e fisica. E su tutta quella normativa che ha preceduto la 107: dall’autonomia scolastica (con il famoso articolo 21 della legge 59 del 1997 e poi il dpr 275 del ’99) al successivo riordino del primo ciclo (con il dpr 20 marzo 2009, n. 89) e poi dei professionali, dei tecnici e dei licei,  nel 2010 (con i decreti del 15 marzo, n 87,88,89), dalla disciplina dei profili di uscita (il decreto 92 del 24 maggio 2018) alla la valutazione (il dl 62 del 13 aprile 2017) sino alla legge per il contrasto del Cyberbullismo (la 71 del 29 maggio 2017, tema ripreso nel 2021 con le Linee di Orientamento) e, ovviamente, con l’introduzione, dal  2019, dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica. A tutto ciò si aggiunge il Piano del Ministero dell’istruzione “RiGenerazione scuola”, attuativo degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, e la recente “Carta per l’educazione alla biodiversità”  del 19 maggio. 

Il Ministero continua quindi in tale direzione mettendo a disposizione delle scuole il Soroptimist International, un’organizzazione di donne impegnate in attività professionali e manageriali, che lavora per l’avanzamento della condizione femminile, per la promozione dell’uguaglianza di genere e dell’empowerment  a partire dalla prima infanzia fino all’età adulta.  Nel protocollo d’intesa firmato in questi giorni, il MI e il Soroptimist International si impegnano quindi a promuovere, insieme, attività di sensibilizzazione, informazione e formazione dirette a tutte le componenti del mondo della Scuola: studentesse, studenti, genitori, docenti e dirigenti scolastici, personale ATA. Per la realizzazione degli obiettivi indicati nel Protocollo d’intesa triennale e per consentire la pianificazione strategica degli interventi in materia, potrà essere costituito un comitato paritetico che lavorerà a titolo gratuito, composto da rappresentanti di ciascuna delle Parti e  coordinato dal MI, Direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Patti per la scuola, lezioni in presenza, miglioramento dell’alternanza scuola lavoro. E poi ancora: potenziamento insegnanti di sostegno, ius scholae, opportunità di crescita professionale per i… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola È difficile oggi, più di ieri, essere insegnanti. La società si è fatta più complessa, le trasformazioni continue ci mettono di fronte a problemi sempre nuovi… [...]

Di Diana Cipressi Un progetto di accoglienza, pensato come un momento di condivisione di attività laboratoriali ludico-didattiche destinate ad alunni di ordini diversi di scuola, sarà predisposto attraverso un ambiente… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Concorso dirigenti tecnici: parlare di Dirigenza tecnica significa comprendere la collocazione giuridica di questo profilo nel sistema scolastico italiano, ripercorrere le principali trasformazioni di questa funzione in relazione… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Le prime ansie si sperimentano proprio tra i banchi di scuola. Ci si inizia a fare i conti dalla scuola primaria con le prime interrogazioni e… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 20 Agosto 2022

Finestre aperte contro il Covid, valutare possibili controindicazioni nell’uso degli aeratori. NOTA Ministero [PDF]

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Il Ministero dell’Istruzione, nella nota emanata nella giornata di venerdì, a firma del capo dipartimento Stefano Versari, ribadisce quanto già definito dalle linee guida per l’aerazione e la qualità dell’aria nelle scuole.

Diventare docenti 20 Agosto 2022

Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Supplenze 2022, ecco quali tipologie di aspettativa e congedo è possibile chiedere alla firma del contratto 20 August 2022 Una volta ottenuta la supplenza, all’esito della presentazione della domanda (termine ultimo 16 agosto), l’interessato può fruire degli istituti di aspettativa e congedo previsti dalla normativa vigente.

NOTIZIE 19 Agosto 2022

Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?  

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Rinnovo contratto enti locali, Ancodis: “E se prendessimo spunto per il rinnovo del CCNL scuola?   19 August 2022 È stata sottoscritta l’ipotesi di contratto collettivo nazionale per le funzioni locali.

torna all'inizio del contenuto