Notizie e comunicati

26 Settembre 2018

Pensione subito, tfr in futuro

Logo Italia oggi

9 January 2019

Dai 15 ai 27 mesi il tempo di attesa per la buonuscita

DI NICOLA MONDELLI

Pensione provvisoria o definitiva, sono comunque oltre 40 mila i dirigenti scolastici, gli insegnanti, il personale educativo e quello amministrativo, tecnico ed ausiliario che lo scorso 3 settembre hanno incassato la prima rata.

Avverso l’atto con il quale l’Inps ha conferito loro la pensione di vecchiaia o anticipata (ex anzianità) ognuno, se i dati contenuti nell’atto non dovessero convincerlo, può presentare entro trenta giorni a partire dal 3 settembre, data di ricezione del pagamento della prestazione, ricorso amministrativo al Comitato di Vigilanza della Gestione Dipendenti Pubblici.

Il ricorso può essere esclusivamente presentato con accesso telematico, attraverso una delle seguenti modalità: in via diretta dal personale, dotato di Pin, tramite accesso al sito internet dell’Istituto (www.inps.it) e successivamente ai «servizi online», ricorsi gestione Dipendenti Pubblici; tramite  gli Enti di patronato e gli altri soggetti abilitati all’intermediazione con l’inps, sempre attraverso i servizi telematici dell’istituto, da loro utilizzati. Per la buonuscita invece i tempi sono sfalsati. L’articolo 3 della legge n. 140/1997, nel tosto in vigore, dispone infatti che alla liquidazione del trattamento di fine servizio (Tfs), comunque denominato (buonuscita per il personale della scuola) spettante al personale in servizio nelle scuole ed istituti di ogni ordine e grado e nelle istituzioni educativa, loro superstiti o aventi causa, cessato dal servizio per dimissioni e con accesso alla pensione anticipata (indicativamente il 79% degli oltre 40 mila), provvede l’Istituto nazionale di previdenza sociale decorsi 24 mesi dalla cessazione dal servizio e, comunque, entro i tre mesi successivi.

Nei casi di cessazione dal servizio per raggiunti limiti di età (66 anni e sette mesi) ovvero di collocamento a riposi d’ufficio, ove prescritto dall’ordinamento scolastico (intorno al 20%), l’Inps provvede decorsi dodici mesi dalla cessazione dal servizio e comunque entro i tre mesi successivi. Nei casi di cessazione per inabilità derivante o meno da causa di servizio nonché di decesso (tra 1º e il 2% degli oltre 40 mila), la buonuscita viene liquidata agli eredi aventi titolo nei tre mesi successivi alla recezione della documentazione inviata all’istituto di previdenza dall’ufficio scolastico territoriale.

Diverse anche le modalità di liquida zione della buonuscita. Sarà liquidata in un importo unico se l’ammontare complessivo al lordo delle trattenute fiscali risulterà essere pari o inferiore a 50 mila euro; in due importi annuali se l’ammontare risulterà superiore a 50 mila ma inferiore a 100 mila euro; in tre importi annuali se superiore a 100 mila euro. Alcuni mesi or sono la federazione del pubblico impiego della Cisl ha avvitato un contenzioso giudiziario per contestare da un lato i tempi di erogazione del Tfs, e dall’altro sollevare il giudizio di legittimità costituzionale delle norme vigenti in quanto violerebbero il principio di eguaglianza.

Fonte dell’articolo: Italia Oggi



Pensione subito, tfr in futuro

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Soltanto la metà delle scuole di Ischia dichiara di avere redatto il DVR, il Documento di Valutazione dei Rischi. E’ quanto risulta da un’elaborazione dati di… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Oggi, mercoledì 30 novembre, presso l’Aula della Commissione Politiche dell’Unione europea, al terzo piano di Palazzo Carpegna del Senato, le Commissioni riunite Cultura di Senato e… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Il problema del contenzioso relativo al concorso dei dirigenti scolastici merita un’attenta riflessione, sia per coloro che sono in attesa di conoscere le determinazioni giurisdizionali, sia… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola “Ody! Non ti avevo detto di aspettarmi fuori? – Lui mostrò un braccialetto lampeggiante e disse: – C’è una richiesta d’aiuto immediata da una scuola…”. Barbara… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Come era stato annunciato dal Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, lo scorso 29 novembre è stato firmato il decreto di riparto di 500 milioni… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Tutto scuola 1 Dicembre 2022

Dimensionamento: le ‘mega’ scuole sono il modello giusto?

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dimensionamento: le ‘mega’ scuole sono il modello giusto? 1 December 2022 Nell’ultimo decennio meno scuole ma sempre più grandi: in media ogni istituzione scolastica ha più alunni (+6%), più classi (+13%), più docenti (+39%), più plessi (da 4,6 a 4,9 in media).

NOTIZIE 1 Dicembre 2022

Programmi estivi Intercultura: aperte le iscrizioni

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Skip to content Programmi estivi Intercultura: aperte le iscrizioni 1 December 2022 Programmi estivi Intercultura: aperte le iscrizioni 1 December 2022 Aumento stipendi Invalsi 2023 Neoassunti Supplenze GI 24CFU Programmi estivi Intercultura: aperte le iscrizioni 1 December 2022 “Con Intercultura anche un soggiorno di 4 settimane può diventare un’esperienza interculturale.

NOTIZIE 1 Dicembre 2022

Asili nido, in Sicilia 4 milioni per investimenti in strutture per la prima infanzia. L’avviso

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Asili nido, in Sicilia 4 milioni per investimenti in strutture per la prima infanzia.

NOTIZIE 1 Dicembre 2022

Permanenza in servizio fino a 71 anni per la pensione di vecchiaia contributiva

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Permanenza in servizio fino a 71 anni per la pensione di vecchiaia contributiva 1 December 2022 Perchè per i contributivi puri ci sono più possibilità di ottenere il trattenimento in servizio e in quali casi? Il dipendente pubblico può essere collocato a riposo d’ufficio solo se, al compimento dei 67 anni ha raggiunto il diritto alla pensione.

torna all'inizio del contenuto