NOTIZIE

8 Gennaio 2023

Pensione usuranti e insegnanti scuola primaria: le dovute precisazioni

Pensione usuranti e insegnanti scuola primaria: le dovute precisazioni

8 January 2023

L’insegnante della scuola primaria non può godere di tutte le agevolazioni riconosciute ai lavoratori usuranti, ecco perchè.

Con la Legge di Bilancio 2022 si è allargata la possibilità di usufruire dell’Ape sociale anche ai docenti della scuola primaria. Prima del 2022, infatti, tale possibilità era riconosciuta solo agli insegnanti della scuola dell’infanzia e dell’asilo nido. Ma gli insegnanti della scuola primaria possono essere considerati lavoratori usuranti a tutti gli effetti? Rispondiamo alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno, ho 37 anni di versamenti maturati come ins. di scuola primaria ed ho compiuto 61 anni il 27 luglio 2022.La mia domanda è la seguente: i docenti di scuola primaria sono inclusi nei lavori usuranti? Se si, ho qualche opzione per andare in pensione prima in relazione alla normativa vigente? Oppure dovrò attendere ancora 6 anni? Grazie.

Le agevolazioni pensionistiche in cui sono coinvolti gli insegnanti della scuola primaria, purtroppo, non sono quelle dei lavoratori usuranti. La Legge di Bilancio dello scorso anno, infatti, ha coinvolto gli insegnanti della scuola primaria solo nell’accesso all’APE sociale, che ricordiamo che per lavoratori usuranti e gravosi richiede, oltre ai 63 anni di età, anche 36 anni di contributi.

Ma gli insegnanti della scuola primaria non rientrano anche nelle altre agevolazioni previste per lavoratori usuranti. Non possono, quindi, accedere ad esempio alla Quota 41 se precoci. E non possono utilizzare la Quota 97,6 prevista per i lavoratori usuranti.

Allo stesso tempo non hanno diritto neanche alle agevolazioni cui hanno diritto i lavoratori gravosi (che invece possono utilizzare gli insegnanti della scuola dell’infanzia) come, ad esempio accedere alla pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi con 30 anni di contributi versati.

L’insegnante della scuola primaria, di fatto, ha avuto come unico riconoscimento quello di essere ricompreso nella platea dei beneficiari dell’Ape sociale.Con i suoi requisiti, quindi, potrebbe accedere al pensionamento al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi grazie alla pensione anticipata ordinaria. O, in alternativa, al compimento dei 67 anni con la pensione di vecchiaia.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Tuttoscuola, come altre testate, ha riportato una lettera di un vincitore dell’ultimo concorso a dirigente scolastico in cui evidenziava l’illogicità e l’ingiustizia di due emendamenti… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Non è un fenomeno solo italiano. Negli USA, che pure hanno un sistema scolastico molto più decentrato e flessibile del nostro, prosegue la fuga degli… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Un primo dilemma riguarda il criterio in base al quale gli stipendi dovrebbero essere differenziati: il merito (la qualità del lavoro svolto dal singolo docente,… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Tra poche settimane le scuole saranno chiamate a presentare i progetti del piano Scuola 4.0 per investire i cospicui investimenti messi a disposizione dal PNRR.… [...]

Pubblicato da Orazio Francesco Niceforo Ultime ore per le iscrizioni del 2023-24 che per la scuola primaria confermeranno con ogni probabilità anche l’anomalia, prevalentemente territoriale, degli anticipi che hanno registrato… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 31 Gennaio 2023

Quale parità di genere nella scuola? Lettera

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Inviato da Mario Bocola – Gli alunni nella scuola italiana e soprattutto nel primo ciclo d’istruzione si identificano nella figura della maestra e della professoressa e la riconoscono una “figura materna” dolce, sensibile, amorevole.

NOTIZIE 31 Gennaio 2023

Doppio lavoro senza autorizzazione: docente di ruolo licenziata

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Doppio lavoro senza autorizzazione: docente di ruolo licenziata 31 January 2023 Doppio lavoro senza autorizzazione: così è stata licenziata una docente dopo aver superato il concorso e ottenuto il ruolo nel 2018.

NOTIZIE 30 Gennaio 2023

Iscrizioni, dal 31 gennaio gestione domande sul SIDI. Tutti gli adempimenti delle scuole. NOTA

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Skip to content Iscrizioni, dal 31 gennaio gestione domande sul SIDI.

NOTIZIE 30 Gennaio 2023

Dalla richiesta della carta d’identità all’Isee fino alle visure catastali. Nasce Polis, lo sportello digitale per la Pa di Poste Italiane

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dalla richiesta della carta d’identità all’Isee fino alle visure catastali.

torna all'inizio del contenuto