Notizie e comunicati

10 Ottobre 2018

Pensioni, quota 100: ecco i potenziali beneficiari

Logo_Il_Sole_24_Ore

9 November 2018

Potrebbero essere 660mila i beneficiari di «quota 100» nel primo anno di applicazione

Per un costo, secondo le simulazioni della società Tabula, guidata da Stefano Patriarca, di 13 miliardi di euro nel 2019 che salirebbero a regime a 20miliardi. Oppure, potrebbero essere molti di meno, circa 350mila il primo anno, con una spesa di 8,5 miliardi di euro e circa 11 miliardi a regime.

Una forchetta piuttosto ampia, che da un lato (quello più “economico”) prevede solo l’introduzione di quota 100, con 62 anni di età;  dall’altro lato (quello più “oneroso”), invece, abbina la riedizione di quota 100 alla possibilità di uscita con 41,5 anni di contributi a prescindere dall’età, abbassando il tetto rispetto a quanto in vigore oggi: 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini; 42 anni e 3 mesi per le donne.
In entrambi i casi, il numero di uscite ipotizzate è di gran lunga superiore rispetto a quelle registrate dall’Inps nel 2017: 153.541 i ritiri anticipati nelle principali gestioni dell’Inps. Prendendo solo l’ipotesi più prudente le uscite sarebbero più che raddoppiate, +129 per cento.
Mettendo da parte la questione dei costi e della sostenibilità di queste misure per le casse dello Stato, di cui tanto si è parlato in questi giorni, chi potrebbe beneficiare di questa misura?

«Questa misura – spiega Giuliano Cazzola, giuslavorista esperto di previdenza – riapre le porte del pensionamento di anzianità ai baby boomers, ovvero a persone, in stragrande maggioranza maschi, residenti al Nord, entrati precocemente nel mercato del lavoro, rimastivi in modo stabile e continuativo e in grado ora di aver accumulato un’anzianità di servizio a un’età da anziani/giovani. Si tratta di centinaia di migliaia di lavoratori che si aggiungono a quanti vanno generalmente in pensione anticipata (in Italia, per quanto riguarda lo stock, nel solo mondo privato dipendente ed autonomo sono 4,2 milioni per un onere di 90 miliardi l’anno a fronte dei 4,7 milioni di trattamenti di vecchiaia per un ammontare di risorse praticamente pari alla metà)».

Le regioni in cui risiedono più titolari di pensioni di anzianità sul totale sono quelle del Nord Italia: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto, che occupano nell’ordine i primi posti della classifica. Gli ultimi posti sono invece per le regioni del Centro-Sud (Molise, Basilicata, Umbria, Calabria) e quelle a statuto speciale (Valle d’Aosta, Sardegna, Trentino-Alto Adige) a eccezione della Sicilia che si trova a metà classifica. In percentuale circa la metà dei titolari di pensione anticipata risiede al Nord (quasi il 20% in Lombardia), uno su cinque al Centro e il resto al Sud.

A beneficiare della nuova misura, poi, dovrebbero essere di più gli uomini, almeno stando all’identikit degli attuali percettori di pensione di anzianità. Il 78%delle pensioni di anzianità/anticipate sono infatti destinate al sesso forte.

© Riproduzione riservata



Pensioni, quota 100: ecco i potenziali beneficiari

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola di Maurizio Maglioni* Il modello  trasmissivo – ripetitivo si dimostra ogni giorno sempre più inadeguato alla formazione umana delle giovani generazioni del XXI secolo. La scuola… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Un concorso per gli studenti che amano la poesia: è stato lanciato dall’associazione Archicultura e si rivolge in ai giovani autori di età corrispondete alla frequenza… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Educazione e cura della prima infanzia e accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità e a prezzi accessibili. Su questi due temi il Consiglio… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Alla Riunione Ministeriale del Comitato per le Politiche dell’Istruzione (EDPC) dell’OCSE a Parigi, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha posto ufficialmente tre temi:… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Contesto: Classi terze della scuola dell’infanzia dell’IC IV di Lodi. Math in Progress 2015-2016 Docente: Maria Teresa Malvicini “Sulla linea dei numeri” è il titolo del… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 10 Dicembre 2022

DIRETTA | Stipendio dicembre, tredicesima e arretrati: tutte le risposte alle vostre domande. Question Time con Cavallini (Anief)

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dalla tredicesima agli arretrati, il cedolino di dicembre è particolarmente atteso per il personale scolastico.

NOTIZIE 9 Dicembre 2022

Telecamere in classe e intercettazioni, l’esperto Lodolo D’Oria: “Occorre piuttosto prevenire e curare il disagio mentale dei docenti”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Telecamere in classe e intercettazioni, l’esperto Lodolo D’Oria: “Occorre piuttosto prevenire e curare il disagio mentale dei docenti” 9 December 2022 Il tema delle intercettazioni, come “strumento micidiale di delegittimazione personale” tanto che “la loro diffusione selezionata e pilotata rappresenta anche un pericolo per la riservatezza e l’onore delle persone”.

NOTIZIE 9 Dicembre 2022

Manovra 2023, Bernini annuncia: “Aumenteranno le borse di studio universitarie e gli studenti beneficiari”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Manovra 2023, Bernini annuncia: “Aumenteranno le borse di studio universitarie e gli studenti beneficiari” 9 December 2022 Borse di studio più remunerative, una platea più larga di studenti beneficiari.

Diventare docenti 9 Dicembre 2022

Concorso straordinario bis: le GRADUATORIE. Aggiornato con Sicilia

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso straordinario bis di cui al comma 9bis del DL 73/2021: 14.

torna all'inizio del contenuto