Tutto scuola

16 Settembre 2022

Rientro a scuola con il pensiero al portafoglio: per il corredo scolastico la metà degli studenti spenderà meno dello scorso anno

Rientro a scuola con il pensiero al portafoglio: per il corredo scolastico la metà degli studenti spenderà meno dello scorso anno

16 September 2022

Anche per il corredo scolastico arriva l’austerity. Basta, infatti, fare un rapido raffronto con gli anni precedenti per notare come le somme messe a bilancio dai genitori per tutto ciò che non sia libri di testo – quindi zaini, astucci, quaderni e quant’altro – almeno nelle intenzioni sembrano essere nettamente inferiori rispetto al recente passato. Così, se in genere circa la metà degli studenti aveva un budget superiore ai 100 euro, oggi la percentuale di famiglie che sforerà questa soglia per il “corredo scolastico” del figlio si ferma sotto quota 30%. A segnalarlo il portale Skuola.net nel suo consueto “borsino” dedicato al back to school, costruito interpellando 1.800 alunni di scuole medie e superiori. Più nel dettaglio, circa 4 su 10 potrebbero avere a disposizione, per rinnovare il kit scolastico, al massimo 50 euro. Quasi 3 su 10 potrebbero arrivare alla soglia psicologica dei 100 euro. Mentre il 5% cercherà di avvicinare allo “zero” la cifra stanziata. Appena 1 su 10 potrà contare su un plafond di almeno 200 euro. Tutti gli altri – circa 2 su 10 – oscilleranno tra i 100 e i 200 euro.

Dati che trovano riscontro anche se si chiede ai ragazzi di fare una comparazione personale tra quest’anno e quelli precedenti: più di 1 su 2 spenderà di meno. Oltre un terzo (36%), invece, rimarrà sulle cifre di sempre. Solamente una sparuta minoranza (11%) prevede di sborsare più del solito, più che altro però perché quasi “costretto” a farlo, dovendo sostituire uno o più pezzi del corredo scolastico.

A proposito di elementi base del corredo scolastico, ci sono cose che tutti, volente o nolente, dovranno procurarsi. Come i quaderni. Ma il pragmatismo la fa da padrone. Oltre la metà dei ragazzi (57%) si orienterà esclusivamente sulle cose che gli servono veramente, puntando a quelli più funzionali alle proprie esigenze. E un ulteriore 17% sceglierà solo i modelli più economici. Pochi quelli che guarderanno 33%). Appena l’8% riciclerà uno zaino o una borsa che ha in casa, mentre al 5% la sostituzione verrà imposta dalla scuola, dovendo adottare un prodotto indicato dal proprio istituto. La stessa quota (20%) comprerà un nuovo astuccio, ma qui la funzionalità – bussola per il 44% degli studenti – sarà un criterio più decisivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Giorgia Meloni vince le elezioni 2022, ma quali sono le proposte per la scuola di FdI? In queste settimane abbiamo sentito più volte quali sono le proposte… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato alle organizzazioni sindacali, convocate per l’informativa, le caratteristiche della nuova procedura di reclutamento per i posti di sostegno. A darne notizia… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Alunni stranieri: i dati riportati nel Focus “Principali dati della scuola – Avvio anno scolastico 2022-2023”, elaborati dall’Ufficio statistica del Ministero dell’Istruzione, consentono molte valutazioni sull’andamento… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola La scuola è sempre più digitale e il PNRR sarà un’opportunità unica per colmare il gap tecnologico con le scuole dei paesi più avanzati.I dispositivi moderni aiutano studenti… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola   Il prossimo 29 settembre Tuttoscuola incontrerà le scuole dell’Abruzzo in un evento in presenza dedicato a “La scuola che sogniamo“. Non lo nascondiamo: siamo molto emozionati all’idea di… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Abuso dei permessi sindacali? Legittimo sanzionare il dipendente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 28 Set 2022 – 05:57 Marco Barone Abuso dei permessi sindacali? Legittimo sanzionare il dipendente 28 September 2022 Se è vero che il datore di lavoro non può esercitare alcun potere autorizzatorio e discrezionale nella concessione dei permessi sindacali, è altrettanto vero che la giurisprudenza non vieta che il datore possa verificare la correttezza dell’utilizzo degli stessi, sono plurime le sentenze che si stanno affermando in materia  e che vedono diversi casi di […] Per visualizzare questo contenuto devi essere abbonato a La dirigenza scolastica: rivista operativa per Dirigenti Scolastici, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff or Abbonamento due riviste: Gestire il personale scolastico + La dirigenza scolastica, rivista operativa.

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Le “gravi patologie” cosa diversa dell’assenza per malattia legata “all’invalidità” che comporta solo l’esonero dalle visite di controllo domiciliare

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Le “gravi patologie” cosa diversa dell’assenza per malattia legata “all’invalidità” che comporta solo l’esonero dalle visite di controllo domiciliare 28 September 2022 A chi spetta la valutazione della gravità delle patologie del personale della scuola? In caso di assenze, i dipendenti sono esclusi dall’obbligo del rispetto delle c.

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Elezioni per il rinnovo dei rappresentanti nei consigli di classe e di sezione: un esempio di circolare per il Ciclo di base

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 28 Set 2022 – 05:41 Antonio Fundarò Elezioni per il rinnovo dei rappresentanti nei consigli di classe e di sezione: un esempio di circolare per il Ciclo di base 28 September 2022 Ad ordinanza ministeriale ancora non pubblicata, per questo anno scolastico, e sulla scorta della vigente normativa dall’ordinanza ministeriale n.

Tutto scuola 28 Settembre 2022

Reclutamento per i posti di sostegno: la nuova procedura

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Reclutamento per i posti di sostegno: la nuova procedura 28 September 2022 Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato alle organizzazioni sindacali, convocate per l’informativa, le caratteristiche della nuova procedura di reclutamento per i posti di sostegno.

torna all'inizio del contenuto