Carriera

12 Marzo 2019

Scuola, i costi dei tirocini per il sostegno restano proibitivi

Per i corsi Tfa l’Università Suor Orsola di Napoli chiede 3.800 euro, gli atenei siciliani 3.700. I precari: “Prendiamo un prestito o rinunciamo”

di Corrado Zunino

Tra venti giorni partono i test d’accesso al tirocinio Tfa, utile per qualificarsi come docenti di sostegno (per la scuola d’infanzia, le elementari, le medie, le superiori). I test porteranno i primi 14.224 vincitori verso i corsi universitari annuali, Tirocini formativi attivi appunto. S’inizierà a settembre. I costi di questi insegnamenti, che alla fine in tre stagioni specializzeranno 40 mila docenti sulla delicata materia degli studenti con difficoltà o disabilità, restano alti. Troppo alti. Soprattutto al Sud.

Una verifica realizzata dal sito specializzato “La tecnica della scuola” ha accertato che, per esempio, l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli – istituzione di diritto privato – per il corso chiede 3.800 euro, ed è la tariffa più alta. E’ invece di 3.700 euro la spesa per affrontare il Tirocinio nelle Università di PalermoCatania Messina, un cartello siciliano che non ha previsto la possibilità – come gli altri atenei, d’altronde – di praticare sconti per fasce di reddito o su base Isee. Si sono attestate a quota 3.000 euro le richieste delle Università di TorinoTrento e Perugia e degli atenei del Lazio che finora hanno fissato i bandi: Cassino e le private Europea di Roma e Lumsa. Anche in questo caso si praticano gli stessi prezzi su base regionale. A quota 2.900 euro c’è l’Università di Macerata, costa 2.816 euro l’Università di Foggia, servono 2.800 per l’Università della Calabria e quella di Bari.I test Tfa pesano tra 2.750 e 2.500 euro, a scendere, negli atenei del Molise, dell’Aquila, di Genova, alla Mediterranea di Reggio Calabria e, infine, a Firenze, la più economica del primo lotto preso in considerazione (con 2.500 euro, appunto). A queste spese bisogna aggiungere quelle di iscrizione, che viaggiano tra 120 e 180 euro per accademia. Sono gli stessi livelli – alti – delle scorse stagioni.

Il sito specializzato ha calcolato che l’Università Suor Orsola Benincasa introiterà dai Tfa 4 milioni di euro, l’Università della Calabria 2,6 milioni, 1,8 Cassino, 1,7 Messina, 1,6 milioni Foggia. Entrate importanti per amministrazioni già sotto pressione.

La reazione dei candidati ai tirocini è stata accorata, in alcuni casi rabbiosa. C’è chi ha annunciato sui social: “Dovrò chiedere un prestito”. Altri hanno scritto che saranno costretti a rinunciare: “Un’altra ingiustizia sulla pelle dei precari”. In verità, ai corsi parteciperanno sia supplenti in servizio che cercano un titolo per la graduatoria che neolaureati in avvicinamento alla carriera scolastica.

A proposito dei tirocini, un altro problema è la loro distribuzione nel Paese (questa la tabella per università). A Torino sono disponibili 200 posti, a Cassino e Foggia 600, a Macerata 880, a Napoli (sempre Suor Orsola Benincasa) si arriva a 1000. Il largo bisogno di insegnanti di sostegno è nel Nord del Paese. Oggi sui ragazzi in difficoltà lavorano molti insegnanti senza titolo: in Piemonte nel 94 per cento dei casi, in Lombardia e in Veneto l’87 per cento. Le scelte ministeriali, però, non hanno seguiito i bisogni del territorio. In un’interrogazione al ministro Bussetti la deputata Vittoria Casa (M5s) ha chiesto perché per i Tfa non sia stato fissato un costo massimo. Il sindacato Anief ha fatto un ricorso al Tar del Lazio per spingere ad aumentare i posti disponibili.

da Repubblica.it

Scuola, i costi dei tirocini per il sostegno restano proibitivi

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola di Maurizio Maglioni* Il modello  trasmissivo – ripetitivo si dimostra ogni giorno sempre più inadeguato alla formazione umana delle giovani generazioni del XXI secolo. La scuola… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Un concorso per gli studenti che amano la poesia: è stato lanciato dall’associazione Archicultura e si rivolge in ai giovani autori di età corrispondete alla frequenza… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Educazione e cura della prima infanzia e accesso a un’assistenza a lungo termine di alta qualità e a prezzi accessibili. Su questi due temi il Consiglio… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Alla Riunione Ministeriale del Comitato per le Politiche dell’Istruzione (EDPC) dell’OCSE a Parigi, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha posto ufficialmente tre temi:… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Contesto: Classi terze della scuola dell’infanzia dell’IC IV di Lodi. Math in Progress 2015-2016 Docente: Maria Teresa Malvicini “Sulla linea dei numeri” è il titolo del… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

NOTIZIE 10 Dicembre 2022

DIRETTA | Stipendio dicembre, tredicesima e arretrati: tutte le risposte alle vostre domande. Question Time con Cavallini (Anief)

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Dalla tredicesima agli arretrati, il cedolino di dicembre è particolarmente atteso per il personale scolastico.

NOTIZIE 9 Dicembre 2022

Telecamere in classe e intercettazioni, l’esperto Lodolo D’Oria: “Occorre piuttosto prevenire e curare il disagio mentale dei docenti”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Telecamere in classe e intercettazioni, l’esperto Lodolo D’Oria: “Occorre piuttosto prevenire e curare il disagio mentale dei docenti” 9 December 2022 Il tema delle intercettazioni, come “strumento micidiale di delegittimazione personale” tanto che “la loro diffusione selezionata e pilotata rappresenta anche un pericolo per la riservatezza e l’onore delle persone”.

NOTIZIE 9 Dicembre 2022

Manovra 2023, Bernini annuncia: “Aumenteranno le borse di studio universitarie e gli studenti beneficiari”

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Manovra 2023, Bernini annuncia: “Aumenteranno le borse di studio universitarie e gli studenti beneficiari” 9 December 2022 Borse di studio più remunerative, una platea più larga di studenti beneficiari.

Diventare docenti 9 Dicembre 2022

Concorso straordinario bis: le GRADUATORIE. Aggiornato con Sicilia

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso straordinario bis di cui al comma 9bis del DL 73/2021: 14.

torna all'inizio del contenuto