NOTIZIE

20 Settembre 2022

Sostegno, fumata nera: restano il modello PEI e la quantificazione delle ore in base al range. Niente esonero ma attività differenziate per gli studenti

Sostegno, fumata nera: restano il modello PEI e la quantificazione delle ore in base al range. Niente esonero ma attività differenziate per gli studenti

20 September 2022

Tutto confermato per quanto riguarda il nuovo impianto legato al PEI: il decreto interministeriale 182/2020 verrà solamente ritoccato in alcune parti ma la sostanza sarà uguale, scavalcando dunque la bocciatura del Tar Lazio, la cui sentenza era stata “neutralizzata” dal Consiglio di Stato.

Si tratta delle informazioni provenienti dall’ultima riunione fra Ministero dell’istruzione e Osservatorio Permanente per l’inclusione scolastica e in base a quanto si apprende, non ci saranno modifiche rilevanti.

Informazioni che confermano le indiscrezioni pubblicate da Orizzonte Scuola negli ultimi giorni.

L’unico punto degno di nota sarebbe lo stop all’esonero, ovvero verrebbe cancellata completamente la frase “l’alunno con disabilità è esonerato da alcune discipline di studio“ dal prossimo decreto.

La proposta del Ministero sarebbe quella di prevedere un’attività differenziata di tipo laboratoriale in sostituzione dell’esonero. Ma su questo punto mancano ancora i dettagli e infatti bisogna capire in cosa consisterebbe tale attività differenziata che potrebbe essere introdotta.

Tutto invariato anche per quanto concerne l’assegnazione delle ore di sostegno: la quantificazione avverrà sempre secondo il range.

Di conseguenza, il modello di PEI resta quelli previsti dal decreto 182/2020.

E ancora: altre possibili limature:

 la partecipazione dei genitori al GLO, dove potrebbero essere previsti più esperti presentati dalla famiglia presenti (esperti anche retribuiti dalla famiglia)

Per quanto riguarda l’orario scolastico, resterebbe ancora senza sbocco la situazione, perché sembra che inseriscano dei vincoli per rendere meno facile l’accesso alla riduzione.

Il Tar aveva motivato in questo modo:

  1. sono state dettate norme generali innovative in materia di inclusione utilizzando lo strumento del Decreto anziché, come sarebbe dovuto avvenire, un regolamento, in osservanza delle norme procedimentali per la emanazione dei regolamenti;
  2. è stata prevista una composizione del GLO diversa da quella contemplata dalla normativa primaria;
  3. è stato previsto l’esonero di discipline per alcune categorie di studenti con disabilità.

Di conseguenza, il Ministero aveva emanato una nota con la quale dava indicazioni operative sugli adempimento alla luce della sentenza.

Il Consiglio di Stato con sentenza pubblicata il 26 Aprile precisa che il decreto non è idoneo a ledere interessi concreti e che l’impugnabilità dei contenuti del Decreto dovrà avvenire nel “concreto provvedere, nei singoli casi particolari, in attuazione o sulla base ed entro i limiti di norme antecedentemente poste.”

“Per riconoscere la diretta impugnabilità dell’atto – continua la sentenza – è dirimente la sussistenza di una lesione concreta ed attuale della situazione soggettiva dell’interessato che determini, a sua volta, la sussistenza di un interesse attuale all’impugnazione, altrimenti l’impugnativa dell’atto finirebbe per trasmodare in un controllo oggettivo sulla legittimità dell’atto generale, in contrasto con gli enunciati principi sulla natura personale, concreta e attuale dell’interesse per cui l’ordinamento accorda tutela.”

Pubblicato da Orazio Niceforo L’edizione 2022 di Education at a Glance, il rapporto annuale dell’OCSE che raccoglie e mette a confronto le statistiche nazionali sui sistemi educativi dei 38 Paesi… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo All’estero l’academy connota la provenienza dal mondo aziendale, che crea percorsi formativi con particolari abilità e professioni per qualificare i propri fornitori, partner e clienti finali,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Il merito al centro del sistema scolastico. È quanto ha proposto Fratelli d’Italia in campagna elettorale, un obiettivo che la coalizione ha integrato, nella prospettiva della… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Come già abbiamo osservato nella presentazione dei diversi programmi, quello del Centrodestra, intitolato “Per l’Italia. Accordo quadro di programma per un governo di centrodestra”, è particolarmente stringato,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Gli analisti politici si sono impegnati, nel corso della settimana, nella interpretazione del voto del 25 settembre, che ha visto il rilevante successo di Fratelli d’Italia… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:46 Marco Barone Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante 3 October 2022 Nel provvedimento in commento del Garante per la Privacy, [doc.

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti. Facciamo il punto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:41 Antonio Fundarò Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti.

Diventare docenti 3 Ottobre 2022

Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente 3 October 2022 I partecipanti alla procedura riservata di assunzione su posto di sostegno ottengono dapprima una supplenza annuale e poi l’a.

Tutto scuola 3 Ottobre 2022

Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola 3 October 2022 Sono due le cose che garantiscono l’immediata attenzione delle famiglie: ciò che mette a rischio il benessere dei loro figli e ciò che può incidere sulla precarietà del bilancio familiare.

torna all'inizio del contenuto