NOTIZIE

13 Settembre 2022

Supplemento di pensione, chi può richiederlo e come viene calcolato?

Supplemento di pensione, chi può richiederlo e come viene calcolato?

13 September 2022

I contributi versati dopo il pensionamento non vanno perduti ma servono per aumentare l’importo dell’assegno percepito.

Il supplemento di pensione è un istituto che permette di valorizzare i contributi versati dopo il pensionamento. Cerchiamo di capire come funziona rispondendo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Ho lavorato per oltre 42 anni, gli ultimi 20 nella scuola. E sono andato in pensione lo scorso anno a 64 anni con la misura anticipata ordinaria. Quest’anno mi hanno proposto un contratto a termine in una scuola privata per insegnare materie tecniche. Ho deciso di accettare non tanto per il ritorno economico, visto che dovrò pagare tasse più alte, quanto per contrastare la noia sopraggiunta dopo il pensionamento. Ho scoperto che per questo lavoro e anche per altri che potrò svolgere nei prossimi anni, il datore di lavoro deve versare comunque contributi, anche se sono già pensionato. Questi contributi andranno perduti o posso valorizzarli in qualche modo?

Lavoro dopo pensione e supplemento

Sempre più spesso i pensionati decidono di tornare a svolgere attività lavorativa, riprendendo il versamento dei contributi. Si tratta di contribuzione che, però, non andrà perduta ma potrà essere utilizzata per chiedere un supplemento di pensione. Si tratta di un importo aggiuntivo che si sommerà alla pensione già spettante e che sarà calcolato su tutta la contribuzione versata dopo la quiescenza e non utilizzata, quindi, nel determinare l’assegno percepito.

Nel caso di contributi versati nel FPLD e nelle gestioni degli autonomi il supplemento di pensione può essere richiesto non appena saranno passati 5 anni dal pensionamento (o dalla precedente richiesta di supplemento). Solo per una volta, a patto che il richiedente abbia compiuto gli anni per accedere alla pensione di vecchiaia, il supplemento può essere richiesto anche dopo due anni dal pensionamento. Il supplemento sulla pensione già percepita sarà riconosciuto al pensionato dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Non si tratta di un importo a parte ma di una aggiunta alla pensione già percepita che, pertanto, aumenterà di importo. Nel suo caso, quindi, la prima richiesta di supplemento potrà essere presentata dopo il compimento dei 67 anni se si sceglie l’attesa di 2 anni o al compimento dei 69 anni se si sceglie l’attesa di 5 anni. Possono essere presentate anche più richieste di supplemento ma sempre a distanza di 5 anni una dall’altra (o nel caso che nella prima di utilizzi l’attesa di 5 anni, la seconda può essere richiesta decorsi 2 anni dalla prima).

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Pubblicato da Orazio Niceforo L’edizione 2022 di Education at a Glance, il rapporto annuale dell’OCSE che raccoglie e mette a confronto le statistiche nazionali sui sistemi educativi dei 38 Paesi… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo All’estero l’academy connota la provenienza dal mondo aziendale, che crea percorsi formativi con particolari abilità e professioni per qualificare i propri fornitori, partner e clienti finali,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Il merito al centro del sistema scolastico. È quanto ha proposto Fratelli d’Italia in campagna elettorale, un obiettivo che la coalizione ha integrato, nella prospettiva della… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Come già abbiamo osservato nella presentazione dei diversi programmi, quello del Centrodestra, intitolato “Per l’Italia. Accordo quadro di programma per un governo di centrodestra”, è particolarmente stringato,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Gli analisti politici si sono impegnati, nel corso della settimana, nella interpretazione del voto del 25 settembre, che ha visto il rilevante successo di Fratelli d’Italia… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:46 Marco Barone Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante 3 October 2022 Nel provvedimento in commento del Garante per la Privacy, [doc.

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti. Facciamo il punto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:41 Antonio Fundarò Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti.

Diventare docenti 3 Ottobre 2022

Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente 3 October 2022 I partecipanti alla procedura riservata di assunzione su posto di sostegno ottengono dapprima una supplenza annuale e poi l’a.

Tutto scuola 3 Ottobre 2022

Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola 3 October 2022 Sono due le cose che garantiscono l’immediata attenzione delle famiglie: ciò che mette a rischio il benessere dei loro figli e ciò che può incidere sulla precarietà del bilancio familiare.

torna all'inizio del contenuto