NOTIZIE

8 Settembre 2022

Supplenze ATA, è sempre possibile lasciare un incarico breve per uno al 30 giugno o 31 agosto. Chi riguarda il divieto? Esempi

Supplenze ATA, è sempre possibile lasciare un incarico breve per uno al 30 giugno o 31 agosto. Chi riguarda il divieto? Esempi

8 September 2022

Sono entrate nel vivo le convocazioni per le supplenze del personale ATA nell’anno scolastico 2022/23. Molte province hanno già esaurito le graduatorie di prima e seconda fascia e sono passate alle graduatorie di terza fascia. Le regole per le supplenze ATA restano sostanzialmente invariate rispetto agli anni scorsi. Una novità contenuta nella circolare del 29 luglio sta destando qualche dubbio fra gli aspiranti.

Dalla circolare ministeriale:

L’accettazione di una proposta di supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche non preclude all’aspirante di accettare altra proposta di supplenza per diverso profilo professionale, sempre di durata annuale o fino al termine delle attività didattiche, purché intervenga prima della presa di servizio.

Il divieto di cambio incarico a tempo determinato riguarda coloro che sono già su supplenza al 31 agosto o 30 giugno e vogliono cambiare per altro profilo, sempre al 31 agosto o 30 giugno. In questo caso, se è già avvenuta la presa di servizio, non è possibile.

Il divieto non esiste per coloro che invece sono su supplenza breve e ricevono una convocazione per un contratto annuale (31/08) o fino al termine delle attività didattiche (30/06): in questo caso è sempre possibile cambiare e accettare la nuova supplenza lasciando quella su scui già si lavora, senza il rischio di ricorrere in sanzioni.

Non è mai possibile lasciare una supplenza breve per prenderne un’altra breve oppure lasciare incarico annuale o al 30/06 per una breve, a prescindere dal profilo o altri fattori.

Qualche esempio:

Un collaboratore scolastico ha una supplenza fino all’8 giugno (termine lezioni) e ha già fatto la presa di servizio. Se riceve una supplenza al 30 giugno, può lasciare l’incarico all’8 giugno e prendere quello al 30 giugno (lo stesso varrebbe per uno al 31 agosto).

Un collaboratore scolastico, che ha supplenza fino al 30/06 e ha già fatto la presa di servizio, non può lasciare l’incarico per accettarne un altro al 30/06 o 31/08 per altro profilo, ad esempio per aa o at.

Un assistente amministrativo che ha supplenza fino al 20 dicembre, non può lasciare per prenderne una fino al termine delle lezioni. Si tratta infatti sempre di supplenza breve.

Un assistente amministrativo con supplenza fino al 31/08 senza aver fatto la presa di servizio, può prendere un 30 giugno per assistente tecnico (o altro profilo).

Per concludere e riassumere:

Sì può prendere supplenza annuale o al 30/06 se già si lavora su una breve.

Non si può prendere un’altra breve se già si è su supplenza breve.

Non si può prendere altra al 31/08 o 30/06 per altro profilo se già si lavora con questo tipo di contratto.

Supplenze ATA 2022/23: stipendio, ordine convocazioni, sanzioni, divieti, spezzone orario. Tutto quello che c’è da sapere [SPECIALE]

Pubblicato da Orazio Niceforo L’edizione 2022 di Education at a Glance, il rapporto annuale dell’OCSE che raccoglie e mette a confronto le statistiche nazionali sui sistemi educativi dei 38 Paesi… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo All’estero l’academy connota la provenienza dal mondo aziendale, che crea percorsi formativi con particolari abilità e professioni per qualificare i propri fornitori, partner e clienti finali,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Il merito al centro del sistema scolastico. È quanto ha proposto Fratelli d’Italia in campagna elettorale, un obiettivo che la coalizione ha integrato, nella prospettiva della… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Come già abbiamo osservato nella presentazione dei diversi programmi, quello del Centrodestra, intitolato “Per l’Italia. Accordo quadro di programma per un governo di centrodestra”, è particolarmente stringato,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Gli analisti politici si sono impegnati, nel corso della settimana, nella interpretazione del voto del 25 settembre, che ha visto il rilevante successo di Fratelli d’Italia… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:46 Marco Barone Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante 3 October 2022 Nel provvedimento in commento del Garante per la Privacy, [doc.

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti. Facciamo il punto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:41 Antonio Fundarò Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti.

Diventare docenti 3 Ottobre 2022

Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente 3 October 2022 I partecipanti alla procedura riservata di assunzione su posto di sostegno ottengono dapprima una supplenza annuale e poi l’a.

Tutto scuola 3 Ottobre 2022

Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola 3 October 2022 Sono due le cose che garantiscono l’immediata attenzione delle famiglie: ciò che mette a rischio il benessere dei loro figli e ciò che può incidere sulla precarietà del bilancio familiare.

torna all'inizio del contenuto