Personale ATA

8 Settembre 2022

Supplenze, con convocazione centralizzata e in presenza a Pisa organico ATA completo prima dell’inizio delle lezioni

Supplenze, con convocazione centralizzata e in presenza a Pisa organico ATA completo prima dell’inizio delle lezioni

8 September 2022

Salvatore Caruso Dirigente scolastico dell’alberghiero Matteotti di Pisa e presidente della CO.DI.SCO (coordinamento dirigenti scolastici della provincia di PISA) ci spiega come funziona la procedura GIA (Graduatorie incarichi annuali) che a Pisa ha permesso di coprire in soli due giorni l’organico ATA.

Dopo due anni di nomine effettuate con modalità one-line, quest’anno SCOLASTICO 2022/2023, grazie anche alla diminuzione dei casi Covid, vista la richiesta degli aspiranti alle nomine e delle organizzazioni sindacali tutte, i DS della provincia di Pisa hanno deciso di effettuare le nomine del personale ATA tutto (Assistenti tecnici, assistenti amministrativi e collaboratori scolastici) in presenza.

La procedura è stata effettuata attraverso la già sperimentata “Convocazione centralizzata” conferimento supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche dalle Graduatorie di Istituto (prima, seconda e terza fascia) per posti che non sia stato possibile coprire con il personale incluso nelle graduatorie ad esaurimento”.

La procedura, fortemente voluta dall’allora dirigente dell’ust di Pisa dott: Giacomo Tizzanini e dai dirigenti della provincia coordinati dal DS Salvatore Caruso dell’istituto alberghiero Gioacomo Matteotti di Pisa, inaugurata e utilizzata a partire dall’anno scolastico 2018/2019, ha permesso di assegnare in soli due giorni, (6 settembre e 7 settembre) tutti i posti disponibili di Assistente Tecnico, Assistente Amministrativo e Collaboratore scolastico.

Nei giorni indicati sono stati totalmente coperti 286 posti di collaboratore scolastico, 85 posti di assistente amministrativo e 34 posti di assistente tecnico grazie all’utilizzo della piattaforma GIA

Utilizzando, dopo averlo perfezionando il già collaudato programma ideato dal trio composto dal dirigente dell’alberghiero di Pisa prof. Salvatore Caruso e da due docenti dell’istituto Cattaneo di San Miniato, Sandro Juvinovic e Roberto Finocchi, le scuole della rete GIA, supportate dall’USP di Pisa nella persona della funzionaria Silvia Ficacci e dell’attuale dirigente dott.ssa Lorenza Lorenzini, sono riuscite in un tempo irrisorio (due giorni) a dare una soluzione all’annoso problema della mancanza del personale (ata ) nelle scuole all’inizio dell’anno scolastico.

Il programma, realizzato e migliorato nell’aspetto sia grafico che in quello tecnico dal Prof. Sandro Iuvinovic coadiuvato dal prof. Roberto Finocchi, è stato utilizzato con successo per effettuare le nomine del personale ata.

Operativamente l’algoritmo ha utilizzato una piattaforma one line, dove le singole istituzioni scolastiche hanno caricato le disponibilità e le necessità di organico non coperte da personale di ruolo.

Tecnicamente nella piattaforma sono stati caricati tutti i nominativi con i relativi punteggi del personale presente nelle graduatorie d’istituto di prima, seconda e terza fascia dei vari istituti.

Grazie all’incrocio di tutti i dati la piattaforma dà all’aspirante la possibilità di effettuare la migliore scelta possibile tra i posti disponibili nella provincia di Pisa.

Gli aspiranti vengono chiamati nella scelta in base al punteggio personale, partendo però dall’incrocio, da quello più elevato.

Aprendo la scheda del singolo la piattaforma permette di visualizzare le scuole indicate nel modello delle scelte ed i posti disponibili assegnati nonché quelli rimasti.

La procedura utilizzata, già apprezzata nel passato, è risultata molto gradita a tutti.

Il coordinatore delle operazioni, prof. Salvatore Caruso, afferma che la procedura utilizzata permette la totale trasparenza delle operazioni e l’uniformità di comportamento delle varie istituzioni scolastiche.

Il dirigente dell’UST di Pisa, dott.ssa Lorenza Lorenzini, esprime grande soddisfazione per il risultato ottenuto che permetterà, già da domani e quindi prima dell’avvio dell’anno scolastico, alle istituzioni scolastiche tutte, di operare con tutto l’organico necessario.

Dall’otto settembre 2022, afferma il DS Salvatore Caruso, Il 100% del personale Ata sarà in servizio nelle scuole della provincia di Pisa

In soli due giorni afferma uno dei ds della provincia presente alle nomine il progetto è riuscito a soddisfare totalmente le esigenze delle varie istituzioni scolastiche della provincia le quali potranno iniziare l’anno scolastico con tutto il personale necessario.

Contattato telefonicamente dal coordinatore dei ds della provincia di Pisa l’ex dirigente dell’USP di Pisa, Dott. Giacomo Tizzanini afferma di essere estremamente soddisfatto del risultato di questa “buona pratica” tutta pisana che sta ottenendo anche il plauso di altri territori.

Il presidente della Codisco prof. Salvatore Caruso (coordinamento dirigenti scolastici della provincia di Pisa) ringrazia personalmente nonché a nome dell’ufficio scolastico territoriale di Pisa, dei colleghi DS della provincia di Pisa, delle organizzazioni sindacali e degli aspiranti tutti il DS Federico Betti dell’ITS Da Vinci- Fascetti per la disponibilità nell’accogliere nella propria scuola tutto il personale interessato alle nomine.

Un grazie particolare al personale Ata della scuola che con professionalità e gentilezza ha accolto i partecipanti.

Pubblicato da Orazio Niceforo Il secondo congresso nazionale della Federazione Uil scuola RUA, svoltosi a Roma nei giorni 21-23 settembre, si è concluso con l’approvazione della linea politica illustrata in… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Il recente nubifragio che ha colpito le provincie di Ancona e Pesaro non ha provocato soltanto danni materiali, ma ha profondamente segnato le comunità locali. Si… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Sono 3.198 gli Istituti scolastici beneficiari della prima tranche di risorse (500 milioni, importo medio per scuola 156 mila euro) del Piano contro la dispersione scolastica… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo 26 settembre 2022. Si apre una nuova pagina, è vittoria storica per Giorgia Meloni. Ma indipendentemente da vincitori e perdenti, se si coglierà il nesso fondamentale… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Proprio in questo momento, in cui le istituzioni scolastiche stanno uscendo dall’emergenza pandemica (si spera) e stanno entrando nella proliferazione dei progetti e dei finanziamenti del… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 26 Settembre 2022

Primo Soccorso ai sensi del D.M. 388/2003 e la cassetta di pronto soccorso: con un esempio di circolare

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 26 Set 2022 – 06:31 Antonio Fundarò Primo Soccorso ai sensi del D.

Guide e Vademecum 26 Settembre 2022

Somministrazione dei farmaci salvavita e di farmaci indispensabili. Breve guida

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 26 Set 2022 – 06:24 Antonio Fundarò Somministrazione dei farmaci salvavita e di farmaci indispensabili.

Tutto scuola 26 Settembre 2022

Congresso Uil Scuola: ‘Siamo la voce libera della scuola

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Congresso Uil Scuola: ‘Siamo la voce libera della scuola 26 September 2022 Il secondo congresso nazionale della Federazione Uil scuola RUA, svoltosi a Roma nei giorni 21-23 settembre, si è concluso con l’approvazione della linea politica illustrata in apertura dei lavori da Giuseppe D’Aprile, segretario generale del sindacato dallo scorso mese di agosto 2022, eletto a questo incarico dal Consiglio Nazionale.

Tutto scuola 26 Settembre 2022

La Scuola delle Marche tra emergenza e solidarietà

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Scuola delle Marche tra emergenza e solidarietà 26 September 2022 Il recente nubifragio che ha colpito le provincie di Ancona e Pesaro non ha provocato soltanto danni materiali, ma ha profondamente segnato le comunità locali.

torna all'inizio del contenuto