Diventare docenti

15 Settembre 2022

Supplenze: o convocazioni in presenza o turno unico per le nomine. I docenti “scartati” dall’algoritmo protestano

Supplenze: o convocazioni in presenza o turno unico per le nomine. I docenti “scartati” dall’algoritmo protestano

15 September 2022

Si protesta a Matera, Firenze, Roma, Napoli. Le supplenze al 31 agosto e 30 giugno 2023 sono state assegnate ma il metodo utilizzato lascia molti dubbi sul corretto andamento delle nomine tanto da indurre ancora una volta i sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA a richiedere ulteriori chiarimenti al Ministero.

L’algoritmo non è impazzito, ma ci sono state delle variabili che hanno minato il funzionamento corretto: fino a quattro turni di nomina, disponibilità pubblicate a metà settembre e docenti già scartati al primo turno.

Impossibile da accettare per i docenti precari, che protestano

Questa la mail dei docenti di Firenze

Ogni anno noi insegnanti precari, in migliaia, attendiamo la nomina per le supplenze, nomina espletata attraverso un sistema informatico impostato in base ai dettami dell’Ordinanza Ministeriale.

L’algoritmo che provvede ad assegnare le cattedre lavora abbinando le posizioni dei docenti inseriti nelle graduatorie provinciali (GPS) alle sedi scelte dai docenti stessi, incrociando il punteggio di ogni docente con le supplenze disponibili nei vari istituti scolastici.

I problemi nascono spesso già prima delle assegnazioni, in quanto alcuni docenti non trovano corrispondenza fra il punteggio maturato e quello effettivamente pubblicato in GPS dall’Ufficio Scolastico di appartenenza; tali errori non sempre vengono corretti e si ripercuotono in sede di assegnazione (a beneficio di qualche furbo ed a danno di chi lavora correttamente). Oltre alle correzioni assenti, accade che non ci sia verifica di titoli da parte dell’USP né degli istituti in cui il personale prende servizio su supplenza e che ci si trovi scavalcati da chi non avrebbe diritto ad una supplenza.

Non sempre, inoltre, l’USP provvede a rispondere ai chiarimenti richiesti via mail dai docenti.

Il sistema di assegnazione delle supplenze, come detto sopra, è impostato in modo da abbinare le preferenze delle scuole scelte ai docenti, lavorando in base al punteggio in graduatoria ed ai posti disponibili per le supplenze.

I docenti però non hanno contezza di quanti siano le disponibilità effettive in ogni istituto, in quanto vengono pubblicate insieme alle assegnazioni o comunque successivamente alla scelta delle proprie preferenze, e già questo non riflette trasparenza nel sistema: l’espressione delle proprie preferenze avviene al buio.

Questo, con le assegnazioni in presenza, non sarebbe potuto avvenire.

Inoltre il sistema, effettuato un primo turno in base alle prime disponibilità, non tiene conto del fatto che ci saranno nuove disponibili supplenze (per vari motivi, ad esempio rinunce) in scuole di preferenza di docenti non “abbinati” attraverso il primo turno, perché riparte a calcolare le assegnazioni dall’ultima posizione per cui ha lavorato in precedenza. La conseguenza è che docenti con punteggi maggiori si vedono “scavalcate” da colleghe che occupano posizioni minori in graduatoria.

Questo, con le assegnazioni in presenza, non sarebbe potuto accadere.

Chiediamo più trasparenza da parte degli Uffici Scolastici e del Ministero dell’Istruzione.

Chiediamo assegnazioni in presenza oppure un sistema trasparente e corretto.

SIAMO STANCHE DI TUTTO CIÒ SIAMO PRONTE A FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE (questa email verrà inviata ovunque giornali TV internet finché questo abuso non finirà)

In fede

Questa la situazione a Matera, secondo quanto ci scrive una docente

“[…] l’AT di Matera non rimuove queste ultime dalle disponibilità e il famigerato algoritmo usato per le GPS, assegna le cattedre già date ai ruoli tramite Concorso Ordinario ai

supplenti di II Fascia

Ma lo stesso è accaduto anche per i docenti del concorso straordinario bis, le cui nomine sono avvenute a ridosso del giro dell’algoritmo.

E ancora, le graduatorie GPS sono corrette? Quante delle nomine dovranno essere riviste dai Dirigenti Scolastici?

Supplenze 2022: le nomine ci sono state, ma sono corrette? Da Bari a Napoli a Trapani, ecco segnalazioni dei sindacati

In questo caso però i tempi si prospettano lunghi. L’Ufficio Scolastico di Milano ha dato come termine ultimo la data del 12 novembre, quindi ben due mesi di tempo.

E nel frattempo?

Si ragiona sul prossimo anno scolastico. L’OM n. 112 del 6 maggio 2022 ha validità biennale e nel frattempo dovrebbe essere pubblicato il nuovo Regolamento, ma la richieta unanime è: convocazioni in presenza ma soprattutto algoritmo tarato su tutte le disponibilità possibili.

Anche di questi argomenti parleremo oggi nel question time con Roberta Vannini (UIL Scuola) alle 14.30

Assegnazione delle supplenze e funzionamento algoritmo: facciamo chiarezza. Gli ultimi aggiornamenti. QUESTION TIME con Vannini (Uil Scuola) LIVE Giovedì 15 settembre alle 14:30

Pubblicato da Orazio Niceforo L’edizione 2022 di Education at a Glance, il rapporto annuale dell’OCSE che raccoglie e mette a confronto le statistiche nazionali sui sistemi educativi dei 38 Paesi… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo All’estero l’academy connota la provenienza dal mondo aziendale, che crea percorsi formativi con particolari abilità e professioni per qualificare i propri fornitori, partner e clienti finali,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Il merito al centro del sistema scolastico. È quanto ha proposto Fratelli d’Italia in campagna elettorale, un obiettivo che la coalizione ha integrato, nella prospettiva della… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Come già abbiamo osservato nella presentazione dei diversi programmi, quello del Centrodestra, intitolato “Per l’Italia. Accordo quadro di programma per un governo di centrodestra”, è particolarmente stringato,… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Gli analisti politici si sono impegnati, nel corso della settimana, nella interpretazione del voto del 25 settembre, che ha visto il rilevante successo di Fratelli d’Italia… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:46 Marco Barone Comunicare anche in buona fede alle famiglie che una docente è in gravidanza si commette illecito sanzionabile dal Garante 3 October 2022 Nel provvedimento in commento del Garante per la Privacy, [doc.

Guide e Vademecum 3 Ottobre 2022

Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti. Facciamo il punto

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 3 Ott 2022 – 06:41 Antonio Fundarò Gli organi della scuola, il funzionamenti, la loro convocazione, le dimissioni e la decadenza dei componenti.

Diventare docenti 3 Ottobre 2022

Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Concorso riservato sostegno, docenti possono ottenere incarico in una provincia della regione scelta ma se non accettano possono iscriversi nuovamente 3 October 2022 I partecipanti alla procedura riservata di assunzione su posto di sostegno ottengono dapprima una supplenza annuale e poi l’a.

Tutto scuola 3 Ottobre 2022

Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Genitori, come non perdere i finanziamenti delle scuola 3 October 2022 Sono due le cose che garantiscono l’immediata attenzione delle famiglie: ciò che mette a rischio il benessere dei loro figli e ciò che può incidere sulla precarietà del bilancio familiare.

torna all'inizio del contenuto