Tutto scuola

5 Settembre 2022

USA. Meglio le punizioni corporali della sospensione

USA. Meglio le punizioni corporali della sospensione

5 September 2022

In ben 19 dei 51 Stati che fanno parte degli USA la punizione corporale per gli alunni indisciplinati è tuttora prevista, anche se è stata raramente applicata, dopo che una sentenza della Corte Suprema del 1967 aveva stabilito che la materia era di competenza dei singoli Stati, e non dello Stato federale (un po’ come è recentemente accaduto per il diritto all’aborto, la cui regolamentazione la Corte ha fatto rientrare nella sfera di pertinenza degli Stati, modificando un questo caso una precedente sentenza del 1973 che garantiva a livello federale il diritto di interrompere la gravidanza).

Ha fatto scalpore perciò, nei giorni scorsi, la decisione dello Stato del Missouri di consentire a un distretto scolastico (Cassville, 2000 studenti) di ripristinare le punizioni corporali, che erano state abbandonate nel 2001, sia pure nella forma lieve della “bacchettata” (da una a tre), da infliggere all’alunno indisciplinato a scuola su richiesta e con il consenso dei genitori.

La decisione del Board scolastico del Missouri è stata presa, a quanto riporta la stampa locale, anche sulla base di sondaggi d’opinione che avrebbero considerato la punizione corporale preferibile, anche perché più “educativa”, rispetto alla tradizionale misura della sospensione dalle lezioni e dalle altre attività scolastiche.

Ora anche altri Stati del Sud degli USA, quasi tutti a guida repubblicana e a orientamento trumpiano (tra gli altri Alabama, Arizona, Georgia, Louisiana, Florida, Texas), si apprestano a prendere decisioni analoghe, malgrado l’imponente letteratura scientifica che ha mostrato la stretta correlazione tra le punizioni corporali (anche in famiglia) subite dai bambini e la propensione alla violenza e ai comportamenti antisociali degli stessi bambini divenuti adulti.

Ma l’attuale tendenza del dibattito pubblico negli USA offre ampio spazio a leggende populiste come quella della efficacia delle punizioni corporali, del diritto dei singoli cittadini americani a possedere armi, del complotto che si nasconderebbe dietro la diffusione del Covid, e così via. Non è un momento facile per il Paese guida del cosiddetto mondo “occidentale”, i cui principali connotati storico-politici (la società aperta, il modello liberal-democratico, la multietnicità, la libertà della cultura) rischiano di essere snaturati dalla catastrofe della culture cancel, all’origine di quello che Federico Rampini ha chiamato in un suo recente libro “Suicidio occidentale” (Mondadori, 2022).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Giorgia Meloni vince le elezioni 2022, ma quali sono le proposte per la scuola di FdI? In queste settimane abbiamo sentito più volte quali sono le proposte… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato alle organizzazioni sindacali, convocate per l’informativa, le caratteristiche della nuova procedura di reclutamento per i posti di sostegno. A darne notizia… [...]

Pubblicato da Orazio Niceforo Alunni stranieri: i dati riportati nel Focus “Principali dati della scuola – Avvio anno scolastico 2022-2023”, elaborati dall’Ufficio statistica del Ministero dell’Istruzione, consentono molte valutazioni sull’andamento… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola La scuola è sempre più digitale e il PNRR sarà un’opportunità unica per colmare il gap tecnologico con le scuole dei paesi più avanzati.I dispositivi moderni aiutano studenti… [...]

Pubblicato da Redazione Tuttoscuola   Il prossimo 29 settembre Tuttoscuola incontrerà le scuole dell’Abruzzo in un evento in presenza dedicato a “La scuola che sogniamo“. Non lo nascondiamo: siamo molto emozionati all’idea di… [...]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Abuso dei permessi sindacali? Legittimo sanzionare il dipendente

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 28 Set 2022 – 05:57 Marco Barone Abuso dei permessi sindacali? Legittimo sanzionare il dipendente 28 September 2022 Se è vero che il datore di lavoro non può esercitare alcun potere autorizzatorio e discrezionale nella concessione dei permessi sindacali, è altrettanto vero che la giurisprudenza non vieta che il datore possa verificare la correttezza dell’utilizzo degli stessi, sono plurime le sentenze che si stanno affermando in materia  e che vedono diversi casi di […] Per visualizzare questo contenuto devi essere abbonato a La dirigenza scolastica: rivista operativa per Dirigenti Scolastici, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff or Abbonamento due riviste: Gestire il personale scolastico + La dirigenza scolastica, rivista operativa.

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Le “gravi patologie” cosa diversa dell’assenza per malattia legata “all’invalidità” che comporta solo l’esonero dalle visite di controllo domiciliare

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Le “gravi patologie” cosa diversa dell’assenza per malattia legata “all’invalidità” che comporta solo l’esonero dalle visite di controllo domiciliare 28 September 2022 A chi spetta la valutazione della gravità delle patologie del personale della scuola? In caso di assenze, i dipendenti sono esclusi dall’obbligo del rispetto delle c.

Guide e Vademecum 28 Settembre 2022

Elezioni per il rinnovo dei rappresentanti nei consigli di classe e di sezione: un esempio di circolare per il Ciclo di base

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email La Dirigenza scolastica 28 Set 2022 – 05:41 Antonio Fundarò Elezioni per il rinnovo dei rappresentanti nei consigli di classe e di sezione: un esempio di circolare per il Ciclo di base 28 September 2022 Ad ordinanza ministeriale ancora non pubblicata, per questo anno scolastico, e sulla scorta della vigente normativa dall’ordinanza ministeriale n.

Tutto scuola 28 Settembre 2022

Reclutamento per i posti di sostegno: la nuova procedura

x Share on Social Media twitter facebook pinterest email Reclutamento per i posti di sostegno: la nuova procedura 28 September 2022 Il Ministero dell’Istruzione ha illustrato alle organizzazioni sindacali, convocate per l’informativa, le caratteristiche della nuova procedura di reclutamento per i posti di sostegno.

torna all'inizio del contenuto